Home Guide Come visitare il Louvre con bambini

Come visitare il Louvre con bambini

326
0

In molti genitori si domandano se un museo come il Louvre possa essere un luogo da vistare con i bambini.
Le lunghe file, le tante ore che potrebbe richiedere una visita in un museo enorme come questo, la potenziale noia che i bambini potrebbero provare… sono solo alcuni degli ostacoli che mettono ogni genitore davanti alla domanda: potrò mai vedere il Louvre con i bambini?

La risposta è si e, con meno fatica di quanta possiate pensare, potrete trasformare un’esperienza dedicata al mondo adulto, in un momento di gioco e divertimento per i vostri bambini.

Iniziamo ad affrontare il primo problema, un problema che vi si porrà non solo durante la visita ai musei, ma anche in un parco divertimenti o in aereporto: come vivere le file con i bambini senza farli annoiare

Come non far annoiare i bambini in fila

Passare molto tempo in fila è stressante non solo per noi adulti ma, sopratutto, per i nostri bambini. Come eliminare la noia dell’attesa?

Le soluzioni che possono aiutarci sono due, vediamo quali.

Far mangiare i bambini in fila: non vogliamo che i nostri figli diventino obesi ma, far sgranocchiare qualcosa ai piccoli esploratori durante la fila permetterà loro di ingannare il tempo, ottimizzando pranzi, merende e cene.
Un pacchetto di crackers o gallette, alcuni biscotti o della frutta, aiuteranno tutti a non innervosirsi alleggerendo l’attesa.

Far giocare i bambini in fila: soluzione meno semplice ma forse più efficace in alcuni momenti.
E’ indispensabile conoscere giochi da poter svolgere con le mani o con l’aiuto della fantasia: impegnare i bambini in attività pratiche, come trovare qualcosa sulla mappa del museo come fosse un’avventura, scatenerà in lui un’interesse inaspettato.
Se invece non amano le storie, potremo improvvisare qualche gioco con le mani (da mora cinese fino a nascondere un oggetto in una mano per fargli trovare dove si trova).

Come avete notato l’obbiettivo è sempre lo stesso: tenere impegnata la mente del bambino che, distratto da attività esterne, non soffrirà la fila.

Come far capire le opere d’arte ai bambini

L’arte è molto personale: ognuno di noi la vive in modo diverso ed ognuno la può apprezzare concentrandosi su aspetti diversi della stessa opera.
Ovviamente un bambino avrà molte più difficoltà di un adulto ad apprezzare una statua o un dipinto ma, con il vostro aiuto, potrà trovare aspetti capaci di sedurlo, dandogli una chiave di lettura adatta alla sua età che gli permetterà di approcciarsi a un mondo nuovo e ricco di stimoli.

Se il bambino non può capire la bellezza di un quadro, di certo potrà capire la sua storia: se volete conquistare l’attenzione del vostro piccolo, studiatevi alcune opere del museo che andrete a vedere e provate a raccontarle al vostro bambino in modo semplice e magari avvincente.
Ad esempio in un museo come il Louvre, potrete trovare decine di quadri con una storia incredibile: dalla Gioconda fino alla Vergine delle Rocce (entrambe di Leonardo Da vinci), le Nozze di Cana (di Paolo Caliari detto il Veronese), L’incoronazione di Napoleone (di Jacques-Louis David) e il Il Codice di Hammurabi.
Queste sono solo alcune delle opere più belle e ricche di storia che porteranno voi genitori a far appassionare all’arte i vostri bambini, il tutto per godervi appieno la magia di un museo come quello dl Louvre.

Ogni opera d’arte una storia per bambini

L’obiettivo è creare una storia che faccia capire al bambino l’importanza di ogni singola opera: l’incoronazione di Napoleone, potrebbe diventare la storia delle sue battaglie e della sua brama di potere, le nozze di Cana raccontano tantissime storie una dentro l’altra (ogni personaggio raffigurato può diventare importante), il Codice di Hammurabi potrà aprire le menti dei vostri piccoli al mondo egizio e i suoi tanti segreti.

Far vivere l’arte ai bambini non è poi così difficile, spetta a noi darle la chiave di lettura giusta, avvicinandola in modo adeguato all’età dei nostri figli.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here