L’Abruzzo, terra di incantevoli paesaggi e ricca di storia, nasconde tra le sue montagne e le sue colline alcuni dei borghi più suggestivi d’Italia. A febbraio, quando la neve imbianca le cime e il freddo rende l’aria cristallina, questi antichi insediamenti diventano scenari da favola, perfetti per chi cerca un’esperienza di viaggio lontana dalle mete più battute. Scopriamo insieme 5 borghi abruzzesi da non perdere.

Scanno

Scanno, borgo tra le montagne del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, è un borgo che affascina per la sua storia e per le sue tradizioni ben conservate. Oltre ai paesaggi e all’architettura, Scanno è famoso per il suo artigianato, in particolare per la produzione di gioielli in oro, seguendo tecniche antiche che si tramandano di generazione in generazione.
Il lago di Scanno, creato da un antico movimento franoso, offre panorami da cartolina, soprattutto in inverno, quando il silenzio è rotto solo dal fruscio della neve.

Santo Stefano di Sessanio

Santo Stefano di Sessanio, un borgo che risale al Medioevo, è diventato un esempio di turismo sostenibile e di conservazione. Questo villaggio, quasi interamente ricostruito dopo il terremoto del 2009, ha mantenuto intatto il suo fascino, con strade acciottolate e case in pietra. Un’altra attrazione è la produzione di lenticchie, che qui trovano un terreno ideale. La vicinanza con la Rocca Calascio offre la possibilità di immergersi in storie di guerre e cavalieri, con una vista che spazia fino al Mare Adriatico nelle giornate più limpide.

Pescocostanzo

Pescocostanzo si distingue non solo per la sua bellezza naturale ma anche per il suo patrimonio culturale. Il borgo è membro del club “I Borghi più belli d’Italia” e offre un mix affascinante di architettura religiosa e civile, con palazzi nobiliari che raccontano la storia di questo antico centro. Gli amanti dello sci e degli sport invernali trovano a Pescocostanzo e nei suoi dintorni, come la stazione di Rivisondoli-Monte Pratello, il luogo ideale per praticare le loro attività preferite, con piste adatte sia ai principianti che agli sciatori esperti.

Anversa degli Abruzzi

Anversa degli Abruzzi è un borgo che sorge a strapiombo sulla gola del Sagittario, offrendo scenari naturali di rara bellezza. Questa posizione unica ha ispirato artisti e scrittori, tra cui Gabriele D’Annunzio, che qui ambientò parte del suo romanzo “Il trionfo della morte“.
Il borgo è un punto di partenza ideale per esplorazioni naturalistiche nel territorio circostante, ricco di biodiversità e percorsi trekking che attraversano la riserva naturale guidata della Gola del Sagittario.

Castel del Monte

Castel del Monte, arroccato su un colle che domina la valle del Tirino, è famoso per le sue architetture medievali e per le sue vedute panoramiche sul Gran Sasso. Questo borgo conserva un fascino antico, con la sua piazza centrale dove si affacciano la chiesa e i palazzi storici. Gli amanti della natura e dell’escursionismo possono esplorare i sentieri del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, che offrono esperienze indimenticabili in ogni stagione, ma particolarmente suggestive sotto il manto nevoso invernale.

Consigli per un tour tra i borghi in Abruzzo

Un tour di questi borghi abruzzesi può trasformarsi in un’avventura indimenticabile tra natura, storia e tradizioni.

Iniziando da Scanno, si può procedere verso Santo Stefano di Sessanio, per poi esplorare Pescocostanzo, Anversa degli Abruzzi e concludere il viaggio a Castel del Monte