Top

Alle porte di Roma un borgo entrato nel Guinness World Record governato dai Colonna

(foto via Tripadvisor)

Genazzano, situato nella provincia di Roma, è un borgo ricco di storia e cultura, famoso per la sua architettura medievale e le sue tradizioni. Questa affascinante località offre ai visitatori un tuffo nel passato, regalando un castello, un Santuario e, a pochi chilometri, luoghi meraviglioso come Villa d’Este a Tivoli.

Storia di Genazzano

Genazzano è un borgo del Lazio ricco di storia, le cui origini risalgono ai tempi dell’antica Roma. Era un luogo di villeggiatura prediletto dalle famiglie nobili romane, tra cui la Gens Genucia, Antonina e Iulia. La posizione strategica di Genazzano ne fece un luogo di notevole importanza sin dall’antichità.

L’evoluzione del Borgo

Il vero nucleo di Genazzano cominciò a formarsi intorno all’XI secolo. Fu in questo periodo che il borgo si strutturò definitivamente come un feudo sotto il controllo della potente famiglia Colonna. Il Palazzo Baronale, noto anche come Castello Colonna, divenne il cuore amministrativo e militare da cui i Colonna gestivano il territorio, controllando i passaggi strategici verso Napoli e Roma.

Figure storiche e architettura

Genazzano è anche noto per aver dato i natali a figure storiche di spicco, come Papa Martino V, nato Ottone (o Oddone) Colonna, e Giovanni Bracalone de Carlonibus, meglio conosciuto come Brancaleone, uno dei cavalieri protagonisti della disfida di Barletta.

L’architettura del borgo conserva tuttora l’impianto originale definito da una convenzione del 1379 stipulata da Fabrizio e Stefano Colonna. Questo accordo regolava la costruzione di nuove abitazioni all’interno delle mura del Castello, con l’obiettivo di rafforzare la comunità locale e la sua difesa. Uno dei tratti distintivi del borgo è il suo sistema di vicoli, come via dei Sopportici, che si diramano dal centro storico e attraversano tutto il paese, testimoniando la struttura medievale del borgo.

Tradizioni e celebrazioni

Oltre alla sua storia e architettura, Genazzano è celebre per il Santuario della Madonna del Buon Consiglio e il Castello Colonna. Il borgo è anche famoso per la sua tradizione floreale, ospitando la prima domenica di luglio di ogni anno l’infiorata più grande del mondo, un evento che ha guadagnato il riconoscimento del Guinness World Record nel 2012. Questa festa vede la partecipazione di oltre 400 figuranti in costumi storici che sfilano in una processione ricca di colori e storia.

Cosa vedere a Genazzano

  • Castello Colonna: Antica fortezza medievale che domina il paesaggio circostante.
  • Santuario della Madonna del Buon Consiglio: Famoso luogo di pellegrinaggio con affreschi rinascimentali.
  • Chiesa di San Pietro: Edificio storico con elementi architettonici che risalgono al XII secolo.
  • Palazzo Apolloni: Splendido esempio di architettura rinascimentale.
  • Centro storico: Un dedalo di vie medievali perfettamente conservate, ideale per passeggiate suggestive.

Cosa visitare vicino a Genazzano

  • Villa d’Este a Tivoli: Con i suoi giardini all’italiana e le sue fontane spettacolari, è patrimonio dell’UNESCO.
  • Santuario di Mentorella: Uno dei più antichi luoghi di culto cristiano in Italia, situato su un monte vicino.
  • Palestrina: Città nota per il suo ricco patrimonio archeologico, incluso il Museo Archeologico Nazionale.
  • Subiaco: Famosa per i suoi monasteri benedettini, tra cui Santa Scolastica e San Benedetto.

Mappa di Genazzano

Curiosità su Genazzano

Genazzano è noto per il “Miracolo del Buon Consiglio”: si racconta che un’immagine della Madonna, venerata per secoli in Albania, arrivò miracolosamente a Genazzano nel 1467, attirando da allora pellegrini da tutto il mondo.

Come raggiungere Genazzano da Roma

Per raggiungere Genazzano da Roma, prendere l’autostrada A24 in direzione di Tivoli e uscire a Valmontone. Da lì, seguire le indicazioni per Genazzano, che si trova a circa 20 minuti di auto dall’uscita dell’autostrada. Il viaggio totale dura circa un’ora, a seconda del traffico.

Cosa mangiare a Genazzano

La cucina locale riflette la tradizione agricola del Lazio, con piatti che includono:

  • Pasta all’amatriciana: Un classico piatto italiano originario della regione.
  • Porchetta: Arrosto di maiale aromatico e croccante, spesso servito in panini

(foto di copertina via Tripadvisor)

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.