Top

A due passi da Arezzo un borgo celebrato da Leonardo da Vinci dove Milano fu sconfitta fragorosamente

La Toscana, terra di colline ondulate, vigneti lussureggianti e città d’arte, è anche la custode di alcuni dei borghi più incantevoli d’Italia. Tra questi, Anghiari si distingue come una perla rara, un borgo medievale che ha conservato intatto il suo fascino storico e che è stato giustamente inserito nella lista dei borghi più belli d’Italia.

Storia del borgo di Anghiari

Anghiari si adagia sulle pendici dell’Appennino Tosco-Emiliano, dominando l’alta Valle del Tevere. La sua storia è antica quanto affascinante, con radici che affondano nel Medioevo. Il borgo è famoso per la Battaglia di Anghiari del 29 giugno 1440, dove le truppe fiorentine e veneziane sconfissero quelle milanesi, un evento così significativo che Leonardo da Vinci lo immortalò in un affresco perduto nel Palazzo Vecchio a Firenze. La ricchezza storica di Anghiari è palpabile in ogni vicolo, piazza e edificio antico, rendendo il borgo un vero e proprio museo a cielo aperto.

Cosa vedere nel borgo di Anghiari

Passeggiando per le strade di Anghiari, si è accolti da una serie di meraviglie architettoniche e culturali. Il cuore del borgo è la Piazza del Popolo, con il Palazzo Pretorio che ospita il Museo Comunale.

Qui, gli appassionati d’arte possono ammirare opere di pittori della scuola toscana del XIV e XV secolo. Da non perdere è anche il Museo della Battaglia e di Anghiari, che offre approfondimenti sulla storica battaglia. Le chiese di Sant’Agostino e San Francesco sono ulteriori tappe obbligate, custodi di affreschi e opere d’arte sacra di inestimabile valore.

Cosa visitare nei paraggi

I dintorni di Anghiari offrono scenari naturali e culturali di grande interesse. A breve distanza si trova Sansepolcro, città natale di Piero della Francesca, dove è possibile visitare il Museo Civico che conserva alcune delle sue opere più celebri. Non meno suggestivo è il Monastero di Montecasale, un luogo di pace e spiritualità fondato da San Francesco d’Assisi. Per gli amanti della natura, le riserve naturali dell’Alpe della Luna e della Gola del Furlo offrono percorsi trekking immersi in panorami mozzafiato.

Personaggi famosi di Anghiari

Anghiari ha dato i natali a personalità di spicco, tra cui il pittore e incisore Andrea della Robbia, membro della celebre famiglia di artisti rinascimentali. Il borgo ha anche ispirato artisti e scrittori, tra cui il poeta inglese Percy Bysshe Shelley, che soggiornò ad Anghiari e ne lodò la bellezza e l’atmosfera incantata nelle sue opere.

Come arrivare ad Anghiari in auto partendo da Firenze

Raggiungere Anghiari da Firenze in auto è un viaggio che offre scorci suggestivi della campagna toscana. Dalla città del Giglio, prendere l’autostrada A1 direzione Roma e uscire a Arezzo. Da qui, seguire le indicazioni per Sansepolcro e, successivamente, per Anghiari. Il percorso durerà circa un ora e mezza e si snoda tra colline e vallate, conducendo direttamente nel cuore di questo borgo medievale, dove il tempo sembra essersi fermato.

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.