Top

Il borgo che “muore” è una meraviglia incredibile: storia di una città destinata a scomparire

Sicuramente qualcuno avrà sentito parlare della “città che muore”. La storia, molto particolare e affascinante, riguarda un piccolo borgo che si trova nel Lazio e che, come dice l’espressione che viene solitamente utilizzata per riferirsi ad esso, è destinato a scomparire. La sua bellezza, però, è innegabile: ecco perché dovete assolutamente visitarlo prima che sia troppo tardi!

Famoso proprio perché destinato a scomparire a causa di una conformazione geologica che ne determinerà molto probabilmente la fine, c’è un borgo nel Lazio che affascina da tempo migliaia di turisti. Stiamo parlando della “città che muore“, come viene spesso definito il borgo di Civita di Bagnoregio, raggiungibile solo a piedi tramite un percorso sospeso nel vuoto.

La sua bellezza vi lascerà senza fiato, così come la storia che l’ha reso così noto!

Civita di Bagnoregio: perché è destinato a scomparire?

Qual è la ragione che rende Civita di Bagnoregio la “città che muore”? Come anticipato, questo borgo ha un destino segnato: costruito in cima ad una collina, in mezzo ai calanchi (dei solchi prodotti sui fianchi delle alture a causa delle erosioni del terreno), è sottoposto ad un processo di erosione che “consuma” circa 7 centimetri del terreno su cui sorge ogni anno.

La storia di Civita di Bagnoregio – che è stato colpito anche da un forte terremoto nel 1738 – racconta di uno spopolamento dovuto proprio all’instabilità del territorio, con il crollo progressivo delle zone perimetrali che ha portato gli abitanti a cercare un luogo più sicuro.

Civita di Bagnoregio: perché visitarla

Oltre alla storia molto affascinante, che spinge molti turisti a visitare questo luogo prima che scompaia, ci sono tanti altri motivi per cui recarsi a Civita di Bagnoregio. Prima di tutto bisogna sottolineare che nel borgo – l’antico fulcro della cittadina – il tempo sembra davvero essersi fermato. Ecco perché, dopo aver attraversato il camminamento che conduce alla porta di Civita con un panorama mozzafiato sulle colline circostanti, si entra in un  luogo dall’atmosfera magica e antica.

Case costruite in tufo, piccole botteghe artigiane, vicoli con balconi e scalinate cariche di fiori, locali pronti ad accogliere i turisti, insieme alle antiche costruzioni, come la porta di Santa Maria e la Chiesa di San Donato.

Come raggiungere Civita di Bagnoregio

Questo gioiello si trova nel Lazio, a soli 30 chilometri da Viterbo, punto di riferimento da cui poi si può prendere la direzione di Montefiascone, fino ad arrivare a Civita di Bagnoregio. Come detto, si può salire al borgo solo a piedi, ecco perché appena arrivati si trova un ampio parcheggio dove lasciare la macchina e poi proseguire nel percorso dedicato a visitatori e turisti.