Top

Castelli infestati in Italia: ecco dove trascorrere Halloween senza annoiarsi

Mancano pochissimi giorni ad Halloween e sia grandi che bambini muoiono dalla voglia di vivere una notte da incubo, fatta di mostri, giochi e scherzi: ma se tutto questo fosse vissuto in un vero castello infestato dai fantasmi? Ecco tre castelli da visitare assolutamente.

Questo è Halloween, questo è Halloween…” con questa canzone iniziava il film Nightmare Before Christmas, il film capolavoro di Tim Burton che racconta la notte di Halloween in un modo decisamente bizzarro ma geniale.
E così, a pochi giorni dalla notte delle streghe, i preparativi per trascorrere una serata tra scherzi, giochi e feste è già iniziato: se desiderate vivere un momento davvero pauroso allora oggi vi consiglieremo alcuni castelli infestati, luoghi che nascondono una storia fatta di spiriti e anime tormentate pronte ad accogliervi per terrorizzare anche più coraggiosi.

Castello di Montebello (Emilia-Romagna)

Il Castello di Montebello, eretto su una collina vicino Rimini e conosciuto anche con il nome de il castello di Guidi di Bagno, è il teatro perfetto per una notte da brivido.
Le sue mura affascinano i visitatori con una storia intrisa di mistero ma, ciò che vi potrà inquietare, è la leggenda del fantasma di una giovane bambina chiamata Azzurrina
Questa giovane ragazza, al servizio della potente famiglia Malatesta, scomparve in circostanze oscure nel lontano 1375. Secondo la leggenda, il suo spirito tormentato continua a vagare per il castello, rendendo le stanze a dir poco inquietanti, il tutto “condito”  da rumori inspiegabili e luci misteriose.
La particolarità di questa leggenda è che il fantasma di Azzurrina sarebbe destinato a fare la sua apparizione solo ogni cinque anni, durante la notte più corta dell’anno, quando il suo ridere fragoroso può essere udito riecheggiare nei corridoi completamente vuoti.

Castello di Banfi (Toscana)

Una struttura imponente quella che vi si staglierà davanti agli occhi se potrete visitare il Castello di Banfi: un castello che nasconde la leggenda del fantasma di Rosa.
Tutto nasce secoli or sono, quando una giovane dama di nome Rosa si innamorò appassionatamente di un uomo ma, la famiglia della ragazza, non volle accettare la loro unione, tanto da rinchiudere la bellissima Rosa in una delle torri del castello.
Disperata e senza più nulla da perdere, Rosa decise di gettarsi dalla finestra: ancora oggi il suo spirito tormentato vaga per il castello, con visitatori che affermano di averla vista camminare nei corridoi bui o di averne udito il suono solitario del suo pianoforte che suona nelle notti silenziose..

Castello di Bardi (Emilia-Romagna)

Siamo di nuovo in Emilia Romanga, nel Castello di Bardi: oltre ad essere uno splendido castello tra le colline, è famoso per la leggenda affascinante e malinconica della dama Bianca, alias Bianca Maria Aloisia,

La nobildonna avrebbe vissuto un destino tragico, dove la sua vita la obbligà ad essere vittima di ingiustizie e segreti familiari oscuri. Il suo tormento la farebbe vagare durante le notti tra le stanze del castello emettendo lamenti e rumori chiedendo giustizia per i terribili torti subita.

La leggenda di “La Dama Bianca” ha ispirato numerose storie, romanzi e rappresentazioni artistiche, trasmettendo il fascino etereo e la tristezza eterna della sua figura. La sua presenza si avverte nel castello come un richiamo alla storia travagliata della nobiltà italiana.
Qua si organizzano anche tour guidati per la notte di Halloween

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.