Top
Albania

Città e borghi delle streghe in Italia: quali sono e dove trovarli

Nonostante Halloween sia passato, la voglia di paura e mistero continua ad essere importante per molti viaggiatori: oggi scopriremo quattro città e borghi dove decine di streghe sono state condannate e ancora oggi si narra di leggende misteriose dove trovare maledizioni e oscuri presagi. Scopriamo quali sono.

Halloween è una di quelle festività che, anno dopo anno, continua sempre più ad essere integrata nella nostra tradizione annuale: e così capita di ritrovarsi davanti al porto di casa durante la notte del 31 ottobre, schiere di bambini travestiti da Spiderman e Zorro, costumi “leggermente” fuori tema , accanto a vampiri e streghe, pronti a ripetere a gran voce “Dolcetto o scherzetto?”, facendoci sorridere e smuovendo in noi un po’ di invidia per questi piccoli “mostri” disposti a vestirsi in maschera pur di ricevere una caramella (o fare uno scherzetto di cui ridere con gli amici).

Alla ricerca di borghi e città delle streghe

I miti e le leggende molto spesso possono diventare un filo conduttore per alcuni tipi di viaggi, viaggi che cercano di far vivere borghi o città con storie misteriose da raccontare, magari che parlino proprio di mostri e streghe.
Oggi vogliamo segnalarvi quattro luoghi dove sono accaduti avvenimenti terribili, come processi e condanne a morte di decine di streghe, donne accusate di usare magia nera che era considerata come opera del demonio e quindi pericolosa.

Scopriamo quali sono le città delle streghe e dove trovarle: alcuni consigliano di visitarle prime del 21 dicembre (o proprio quel giorno): , giorno chiamato dal mondo degli stregoni e delle streghe con il nome di Yule

Calcata, provincia di Viterbo

(Foto via tripadvisor)

Per tutti è la città delle streghe, un borgo bellissimo ma allo stesso macabro per le terribili leggende che circondano questo luogo: stiamo parlando di Calcata Vecchia, un piccolissimo borgo vicino a Viterbo tutto da scoprire e visitare.
Qua, durante la vostra visita nei fine settimana, potrete godere della musica e dell’arte di tantissimi artisti di strada che arrivano in questi luoghi da tutto il mondo per esibirsi: in molti giurano di udire la voce delle streghe durante le notti ventose, quando lungo i vicoli stretti e cupi del borgo, il freddo cala improvvisamente e il loro canto si alza in cielo.

Benevento (Campania)

Benevento è famosa per le sue streghe, streghe che erano (e sono) chiamate con un nome specifico “janare“, una sorta di stirpe di streghe, terminologia che potrebbe derivare o dal culto della dea Diana o dal latino “Janua”, che significa porta.
Alcune leggende narrano che durante la notte, le stalle fossero prese d’assalto dalle streghe pronte e rubare le cavalle: per impedire tutto questo si metteva davanti alla porta delle stalle del sale grosso, questo perché i più superstiziosi erano convinti che le streghe non fossero capaci di resistere alla tentazione di contare i grani di sale a terra.
Proprio a Benevento, intorno al XV secolo d.C, le streghe catturate e fatte confessare furono decine: povere donne costrette sotto tortura a confessa cose indicibili e infine mandate al rogo.
All’epoca si era convinti che le streghe fossero solite evocare il Diavolo, lanciare malefici e uccidere bambini, tutti ottimi motivi per giustificare la pena di morte.

Rifreddo (Cuneo)

(Foto via Wikipedia)

Ci troviamo vicino a Cuneo, a Rifreddo, un paesino di circa 1000 abitanti che nei secoli intorno al 1500, fu protagonista di persecuzioni di massa delle streghe: qua si narra che donne dotate di poteri sovrannaturali, pronte a colpire i poveri cittadini con maledizioni o atti terribili.
Per questo furono uccise decine e decine di presunte streghe: a testimoniare questi eventi tantissimi documenti storici conservati nell’archivio storico del Comune.
A riprova dell'”importanza” delle streghe per Rifreddo, un evento che si tiene ogni anno a fine ottobre chiamato “Le notti delle streghe“: un tour notturno del paese con una guida molto particolare, un fantasma.

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.