Top
Veneto

Da borgo paludoso vicino a Padova a rifugio estivo bellissimo per i patrizi

Lozzo Atestino è un piccolo comune nella provincia di Padova, immerso nel verde dei Colli Euganei. Questa località tranquilla è ideale per chi cerca una fuga dalla città, offrendo panorami mozzafiato, ricca storia e una gastronomia affascinante. Visitare Lozzo Atestino significa immergersi in un’atmosfera di altri tempi, dove la natura e la storia si fondono armoniosamente.

Storia di Lozzo Atestino

Origini di Lozzo Atestino

Lozzo Atestino, un comune padovano, trae il suo nome dalla parola latina “Lutum” (fango), indicativo delle sue origini paludose in epoca romana.
Alcuni studiosi, tuttavia, sostengono che il nome derivi dai Lucii, una famiglia romana proprietaria di terreni in zona, teoria supportata dal linguista Dante Olivieri.

Storia Medievale e Veneziana

Dopo essere stato parte del comitato vicentino sotto i Longobardi, Lozzo fu riconquistato da Padova nel Medioevo. Durante il dominio veneziano, divenne rifugio estivo per i patrizi, testimoniato dalla settecentesca Villa Lando Correr.

Evoluzione Ecclesiastica e Architettonica

Fino al 1818, Lozzo apparteneva alla diocesi di Vicenza, per poi passare a quella di Padova. L’antica chiesa parrocchiale, risalente al XIII secolo, fu sostituita nel 1861 da una struttura neoclassica con una caratteristica cupola supportata da un colonnato semicircolare.

Cosa visitare a Lozzo Atestino

(foto via tripadvisor)

  • Castello di Valbona: una fortificazione medievale restaurata che domina il paesaggio circostante.
  • Villa Barbarigo: esempio di architettura rinascimentale con un ampio parco e giardini storici.
  • Chiesa di San Giovanni Battista: costruzione romanica con affreschi antichi e una ricca storia.
  • Museo Geopaleontologico dei Colli Euganei: offre una visione dettagliata della formazione geologica e dei fossili della regione.
  • Mulini ad acqua storici: sparsi lungo i corsi d’acqua, alcuni risalenti al periodo medievale.

Cosa vedere vicino a Lozzo Atestino

  • Arquà Petrarca: uno dei borghi più belli d’Italia, famoso per essere stato il luogo di ritiro del poeta Francesco Petrarca.
  • Monte della Madonna: ideale per escursioni e passeggiate nella natura, offre una vista panoramica sui Colli Euganei.
  • Este: noto per il suo castello medievale e per il Museo Nazionale Atestino.
  • Abano Terme e Montegrotto Terme: famose per le loro acque termali e i centri benessere.

Curiosità su Lozzo Atestino

Lozzo Atestino è noto per il suo “Festival dei Marroni”, che si tiene ogni autunno. Durante il festival, le strade del paese si animano di bancarelle che offrono marroni e altre delizie locali, attirando visitatori da tutta la regione.

Cosa mangiare a Lozzo Atestino

La cucina di Lozzo Atestino riflette le ricchezze dei Colli Euganei, con piatti che spaziano dai funghi alle carni di cacciagione:

  • Risotto ai funghi porcini: spesso arricchito con tartufo nero locale.
  • Bigoli con l’anatra: un primo piatto robusto e saporito.
  • Grigliata mista di carne: includendo specialità locali come salsicce e costicine.
  • Marroni al forno: specialmente durante la stagione autunnale.

(foto via tripadvisor)

Mappa di Lozzo Atestino

Come arrivare a Lozzo Atestino partendo in auto da Padova

Da Padova, prendere la SR10 in direzione sud verso Este, quindi seguire le indicazioni per Lozzo Atestino. Il tragitto di circa 30 chilometri si compie generalmente in meno di 40 minuti, attraversando un paesaggio collinare incantevole che prepara i visitatori alla tranquillità e alla bellezza di Lozzo Atestino.

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.