Top

Distrutto dal terremoto e completamente restaurato: questo borgo è unico

Situata in Friuli Venezia Giulia ed eletta come “Borgo dei Borghi 2017”, questa località è unica in Italia per diversi motivi. Unico esempio di borgo fortificato che risale al Trecento, la sua storia è stata segnata dal forte terremoto del 1976, che lo distrusse completamente. Grazie ad un sapiente ed incredibile restauro ad oggi è nuovamente visitabile!

Una storia incredibile rende unico uno dei borghi più belli d’Italia, situato in Friuli Venezia Giulia e raggiungibile comodamente in autostrada, uscendo a Gemona-Osoppo. Eletto come “Borgo dei Borghi 2017“, Venzone si trova in provincia di Udine e dista pochissimi chilometri dalla Slovenia. La sua è una storia molto particolare, perché legata in maniera indissolubile al forte terremoto del 1976, che lo distrusse completamente.

Venzone: il borgo restaurato

Come anticipato, Venzone fu duramente colpito dal terremoto nel 1976. Grazie ad un’opera di restauro che ha dell’incredibile, il borgo venne completamente ripristinato, e con esso anche le bellezze storico-artistiche che lo rendevano una meta assolutamente da visitare. E così, nonostante il crollo dovuto alla scossa di terremoto, ecco che le architetture medievali che gli conferivano un aspetto peculiare, trasportando i turisti indietro nel tempo, sono state restaurate e riportate agli antichi fasti.

Non solo, anche le mura erette a difesa di Venzone nel Trecento sono state restaurate e oggi sono costituiscono un esempio unico nel suo genere.

Venzone: cosa vedere

A Venzone sono tanti i punti di interesse da visitare, nel caso in cui scegliate di trascorrere una giornata in questo bellissimo e particolare borgo del Friuli Venezia Giulia. Il primo da segnalare è sicuramente il Duomo di Venzone, edificato in pietra bianca partendo da una struttura del Trecento e dedicato a Sant’Andrea Apostolo. Importante anche il Palazzo Comunale, anch’esso restaurato dopo il terremoto. Per chi abbia curiosità di conoscere meglio la storia di Venzone, nel porticato potrà trovare una mostra fotografica che racconta la distruzione e la ricostruzione del borgo.

Alla scoperta delle Mummie di Venzone

Assolutamente da non perdere, inoltre, è la visita alle famose Mummie di Venzone, conservate nella Cripta di San Michele, situata proprio di fronte al Duomo. Scoperte nel 1647, durante una serie di lavori avviati per ampliare la zona del duomo, costituiscono un raro esempio di corpi che sono stati sottoposti ad un processo di mummificazione naturale e che risalgono ad un periodo che è stato individuato tra il XIV e il XIX secolo.