Top
Albania

I musei più belli e interattivi in Italia: un viaggio da vivere anche in famiglia

La visita al museo, soprattutto per i più piccoli, può sembrare come un’attività noiosa, ma non è affatto così! Ci sono dei musei bellissimi e interattivi, in cui si possono scoprire tantissime curiosità, anche attraverso i nuovi sistemi di realtà virtuale e aumentata. Curiosi di sapere quali sono i musei da visitare insieme a tutta la famiglia? 

Il museo non è più un luogo “noioso” per i bambini e i ragazzi, anzi! Se state pensando ad un’esperienza in cui coinvolgere tutta la famiglia, compresi i vostri figli o magari i vostri nipoti, allora non dovete assolutamente scartare a priori la possibilità di portarli in un museo. Come mai? Ormai le tecnologie hanno dato la possibilità di far vivere esperienze interattive, grazie all’utilizzo della realtà virtuale e della realtà aumentata.

Ecco alcuni consigli per trascorrere una giornata all’insegna del divertimento e della curiosità insieme ai più piccoli!

Museo della Scienza e della Tecnologia a Milano

Partendo dalla nostra Italia, un’idea interessante è quella del Museo della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci” di Milano. Bambini e ragazzi potranno vivere un’esperienza unica e irripetibile, salendo a bordo di un treno di lusso che li porterà direttamente nelle Indie Orientali dell’800. Il tutto è possibile grazie ad un’applicazione di realtà aumentata, Train Stories.

Museo di Storia Naturale a Milano

Sempre a Milano, si può fare tappa anche presso il Museo di Storia Naturale. Anche qui è prevista un’esperienza di realtà aumentata che verrà sicuramente apprezzata dai più giovani. Fino al 30 novembre, infatti, si potrà rivivere in prima persona la nascita del mondo, proseguendo poi con l’evoluzione della specie, fino ad arrivare ai giorni nostri.

MAUA, il museo a cielo aperto

In varie città di Italia, il MAUA è un museo a cielo aperto con opere realizzate da tanti artisti tra Milano, Torino, Palermo e Chieri (in provincia di Torino). Si tratta di un progetto artistico che non è solo italiano, ma coinvolge anche altre città europee, come ad esempio Wateford in Irlanda. Le opere sono inserite in una mappa virtuale, con un percorso che si può seguire semplicemente scaricando un’app sul proprio smartphone.