Top

I segreti Nascosti di Arcevia: fantasmi, tesori perduti e 9 castelli da favola

Le Marche tra le sue tantissime bellezze può vantare i castelli di Arcevia, nove luoghi bellissimi che raccontano un tempo passato fatto di storia, fascino, leggende e molto altro ancora.
Scopriamo quali sono e perché visitarli: un tour di questi castelli potrà essere un’esperienza bellissima anche per famiglie con bambini.

Castello di Avacelli

Il Castello di Avacelli, immerso in una natura selvaggia, custodisce il segreto di un tesoro nascosto. La leggenda narra che un ricco signore avesse occultato immense ricchezze nei suoi sotterranei, tesoro che ancora oggi alimenta sogni e ricerche tra gli abitanti e i visitatori, affascinati dalla possibilità di scoperte straordinarie in queste antiche rovine.

Castello di Caudino

Il Castello di Caudino si distingue per la sua affascinante storia di passaggi segreti e camere nascoste. Si dice che questi percorsi misteriosi fossero usati per sfuggire durante gli assedi o per incontri clandestini, intrecciando una trama di segreti e strategie che ancora oggi solletica la curiosità di storici e appassionati.

Castello di Montale

Il Castello di Montale, avvolto nelle sue rovine, è teatro della comparsa del fantasma di un antico cavaliere. Questa apparizione spettrale, che si dice si manifesti nelle notti senza luna, cavalca tra le rovine, evocando storie di nobiltà perduta e tempi andati.

Castello di Piticchio

(foto via Tripadvisor)

Nel cuore di Arcevia si erge il Castello di Piticchio, un baluardo di storia e mistero. Tra le sue mura, si cela la leggenda di una donna accusata di stregoneria, il cui spirito, secondo la tradizione locale, appare nelle notti di luna piena. Questa figura eterea, intrisa di un passato tragico, sembra vagare senza pace, evocando storie di antica ingiustizia e misteri inesplorati.

Castello di Palazzo

Il Castello di Palazzo è avvolto in una leggenda che parla di un amore proibito tra membri di famiglie rivali. Questa storia tragica, simile a quella di Romeo e Giulietta, lascia nell’aria un senso di melanconia e romanticismo, che permea le antiche pietre di questo maniero.

Castello di San Pietro in Musio

Il Castello di San Pietro in Musio, un tempo fulcro di importanti strategie militari, oggi racchiude la leggenda di un antico eroe la cui saggezza e coraggio avrebbero salvato Arcevia da un terribile assedio. La sua figura è diventata simbolo di saggezza e coraggio nella cultura locale.

Castello di Loretello

(foto via Tripadvisor)

Il Castello di Loretello si erge maestoso, raccontando storie di nobili feudatari e antiche battaglie. Secondo alcune storie locali, nei suoi corridoi riecheggiano ancora i passi di antichi signori, e in alcune serate si possono udire sussurri del passato, come eco di un’epoca dimenticata.

Castello di Nidastore

Nel Castello di Nidastore si narra di un pozzo magico, la cui acqua avrebbe proprietà mistiche e curative. Questa leggenda, tramandata di generazione in generazione, ha reso il castello un luogo di mistero e fascino per chi cerca segreti antichi e storie di magie dimenticate.

Castello di Castiglioni

Infine, il Castello di Castiglioni è famoso per il suo panorama mozzafiato e la leggenda di un tesoro nascosto tra le sue mura, lasciato da un antico signore durante una guerra. Questo racconto attrae esploratori e cacciatori di tesori, desiderosi di scoprire i segreti sepolti in questo antico baluardo di storia e avventura.

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.