Top

Il borgo di silenzi e pace dove Celestino V divenne eremita e fece erigere un eremo tra le rocce

Immersa nelle verdi colline dell’Abruzzo, in Italia, Palena è un gioiello nascosto che si distingue per il suo ricco patrimonio culturale e naturale. Questo borgo, avvolto da una storia che risale ai tempi antichi, è un invito a esplorare e scoprire un pezzo autentico d’Italia, lontano dalle rotte turistiche più battute.

Storia e curiosità: da Papa Celestino V a Ercole

Le radici di Palena si estendono fino all’epoca romana, e il borgo ha visto passare epoche diverse, ognuna lasciando il suo segno. Una curiosità affascinante di Palena è la leggenda legata alla figura di Ercole, che si dice abbia attraversato queste terre. Nel corso dei secoli, Palena ha mantenuto il suo aspetto medievale, con vicoli e antichi edifici che narrano storie di tempi passati.

Celestino V e l’eremo di Carlo d’Angiò

Nel cuore del 1235, un evento di rilevante importanza spirituale avvenne sulle pendici della Maiella. Pietro da Morrone, che sarebbe poi divenuto noto come Papa Celestino V, scelse la vita eremitica, ritirandosi in una grotta situata sul valico della Forchetta, un luogo remoto che segna il confine tra Palena e Campo di Giove. Questa scelta non era nuova per Pietro, che aveva già sperimentato la vita eremitica nel romitorio di Sant’Onofrio, vicino a Sulmona.

Il luogo scelto da Pietro da Morrone era caratterizzato da una solitudine profonda e un’atmosfera di pace, elementi ideali per la meditazione e la preghiera. Non passò molto tempo che la fama della sua devozione e del suo stile di vita si diffuse, attirando l’attenzione di fedeli e pellegrini.

Pochi anni dopo il suo ritiro, Carlo d’Angiò, riconoscendo l’importanza del sito per la fede cristiana, decise di erigere un vero e proprio eremo sul luogo. Questa nuova struttura era suddivisa in due parti distinte: un edificio fortificato, progettato per ospitare i pellegrini che giungevano da lontano, e un secondo edificio, più piccolo, dedicato al culto e alla preghiera.

Questa iniziativa di Carlo d’Angiò non solo amplificò l’importanza del sito come luogo di pellegrinaggio, ma contribuì anche a conservare la memoria e lo spirito di Pietro da Morrone, un eremita che aveva scelto la Maiella come suo rifugio spirituale.

Dove si trova Palena

Palena si trova nella regione dell’Abruzzo, incastonata tra le maestose montagne dell’Appennino e le dolci colline che caratterizzano il paesaggio. Situato in provincia di Chieti, il borgo offre vedute spettacolari e un’atmosfera di serena tranquillità.

Cosa Visitare a Palena

Ma cosa potremo ammirare durante il nostro viaggio a Palena? Nel suo piccolo il borgo offre molto da scoprire e ammirare, scopriamo cosa.

  • Il Centro Storico: Un intreccio di vie lastricate che conducono a piazze e edifici storici, raccontando la storia del borgo.
  • La Chiesa di San Falco e San Felice: Un gioiello architettonico che ospita opere d’arte sacra di notevole valore.
  • Il Museo della Fauna Appenninica: Una finestra sulla biodiversità della regione, con esibizioni sulla fauna locale.
  • Le Rovine del Castello Medievale: Che offrono una vista sul paesaggio circostante e un tuffo nella storia locale.
  • Le Aree Naturali: Palena è circondata da parchi e riserve naturali, ideali per escursioni e ammirare la natura incontaminata.

Cosa visitare nei dintorni del borgo di Palena

Anche i dintorni del borgo possono diventare un’occasione per visitare siti dii interesse come Sulmona o mete naturalistiche.

  • Il Parco Nazionale della Majella: Un paradiso per gli amanti della natura, con percorsi escursionistici e una ricca biodiversità.
  • Sulmona: Famosa per i suoi confetti e il suo ricco patrimonio storico e artistico.
  • Il Lago di Bomba: Una destinazione ideale per attività all’aperto e relax a contatto con la natura.

Palena, con il suo fascino discreto, offre un’esperienza di viaggio autentica, lontana dal caos delle destinazioni turistiche più note, invitando i visitatori a immergersi in un mondo di storia, cultura e bellezze naturali con l’opportunità di vivere anche un’esperienza spirituale

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.