Top

Il borgo in Toscana dove le tradizioni etrusche sono ancora vive

In Toscana esiste un luogo dove l’antica Etruria non è mai morta: oggi scopriremo un borgo dove le antiche tradizioni etrusche sono ancora vive, un borgo bellissimo dove vivere una giornata tra storia, arte e paesaggi mozzafiato.

E se si scoprisse che gli etruschi non si sono mai “estinti” veramente? Se vi fosse ancora un luogo dove poter vivere ancora oggi nella tradizione di questo popolo? Ecco, oggi vogliamo svelarvi un borgo in Toscana dove la storia dell’Etruria non vuol essere dimenticata

Siamo a Volterra, uno dei borghi più belli della Toscana tanto da catapultarvi in un viaggio nella storia: alte mura medievali proteggono la città, un centro urbano che si sviluppa in vicoli, viette, piazze e monumenti affascinanti dove la storia ha segnato profondamente questi luoghi.
Tra le mura di Volterra non solo storia, ma anche anche tanta arte: questa città è nota in tutto il mondo per essere la capitale dell’alabastro, una roccia di tipo evaporitico di origine gessosa o calcitica, una lavorazione divenuta tradizione grazie al popolo etrusco che viene tramandata da tantissimi secoli

La storia di Volterra

Ma quando inizia la storia di Volterra? Siamo a circa 2800 anni fa, quando venne fondata la città di Velathri: in pochissimo tempo questo centro urbano divenne uno dei punti più importanti dell’antica confederazione etrusca. La posizione strategica e le risorse naturali che il territorio potevano donare, la misero al centro del progetto Etruria.
A testimonianza delle sue origini antiche, la città conserva ancora oggi tantissimi reperti:

  • Tutte le porte d’ingresso scolpite nella pietra
  • Le mura
  • Un museo dedicato ai reperti rinvenuti a Volterra

La città, una volta conquistata dall’impero Romano, proseguì nel ruolo di protagonista sia a livello strategico che commerciale: fu costruito un bellissimo Teatro Romano, visibile anche oggi, per poi tuffarsi nel Medioevo dove vide ergersi chiese, palazzi e aumentare le difese per diventare città fortificata.

L’arte dell’Alabastro a Volterra

La storia e la tradizione di Volterra si lega in modo imprescindibile dall’Alabastro: questa roccia fu “scoperta” dal popolo etrusco proprio a Volterr, roccia che divenne materiale primario per realizzare le famose tombe Etrusche.
In realtà, nei primi tre secoli, l’alabastro era usato solo per scolpire casse o realizzare coperchi di urne funerarie (per le ceneri): molto probabilmente, grazie ai contatti con artigiani Greci, gli Etruschi riuscirono ad evolvere la propria arte e le proprie capacità di lavorazione dell’Alabastro, realizzando monumenti funerari importantissimi.
Per gli Etruschi l’alabastro divenne così la pietra dei morti, creando un legame profondo e duraturo nel corso dei secoli.

Cosa visitare a Volterra

Il borgo di Volterra offre tantissimi punti di interesse, a partire dal centro storico per poi spostarsi subito fuori dalle mura per scoprire il Teatro Romano, vediamo le cose più importanti da vedere a Volterra

  • Porta dell’Arco
  • l Teatro Romano
  • Museo Guarnacci
  • L’Acropoli Etrusca
  • Ecomuseo dell’Alabastro
  • Il Museo della tortura
  • La Fortezza Medicea
  • Piazza dei Priori con Palazzo dei Priori e Palazzo Pretorio
  • Pinacoteca e Museo Civio
  • Il Duomo e il Battistero

Quando visitare Volterrra

Ogni stagione è buona per scoprire questo borgo bellissimo ma la Primavera e l’Autunno offrono non solo colori magnifici, ma propongono una serie di eventi da non perdere, come ad esempio Mostra Mercato del Tartufo Marzuolo e dei prodotti tipici dell’Alta Val di Cecina, un momento culinario “buonissimo”.

Eventi a Volterra

Tanti gli appuntamenti durante l’anno, ma quelli più interessanti sono questi

Volterra A.D. 1398

Una rievocazione medievale dove nobili e cavalieri, dame e musici, riempiono per due giornate intere le vie della città. Una festa che richiama ciò che accadeva durante il Trecento lungo i vicoli e le piazze di questo borgo.
L’appuntamento è fissato per la seconda e terza domenica di agosto sia nel centro storico che Parco di Castello

Volterragusto Volterra

La famosissima mostra mercato del tartufo bianco e dei prodotti dell’Alta val di Cecina che ogni anno, durant eil mese di ottobre, prende vita nel centro storico del borgo in Piazza dei Priori.
Qua i migliori produttori locali e non, presenteranno le loro eccellenze che spazieranno dai formaggi, i salumi, cioccolato e vino, senza dimenticare ovviamente l’impareggiabile tartufo.

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.