Top

Il borgo in Toscana pronto a difendersi dai Pisani con il sistema difensivo della Repubblica di Lucca

L’Emilia-Romagna, una regione nel cuore dell’Italia, è famosa per la sua ricca storia, la cucina squisita e i pittoreschi borghi. Tra questi, Sant’Andrea di Compito emerge come un gioiello nascosto, un piccolo borgo che custodisce secoli di storia e tradizioni. Situato tra le dolci colline che caratterizzano il paesaggio della regione, Sant’Andrea di Compito offre ai visitatori un assaggio della vera essenza dell’Emilia-Romagna.

Cosa vedere nel Borgo di Sant’Andrea di Compito

  • La Chiesa di Sant’Andrea: Fondamentale punto di riferimento storico e culturale del borgo, questa chiesa medievale custodisce arte e storia.
  • Il Campanile Medievale: Ricostruito nell’Ottocento, il campanile domina il paesaggio circostante e offre una vista unica sul borgo e sulle colline toscane.
  • Le Vie del Borgo: Passeggiare per le strette stradine di Sant’Andrea di Compito è come fare un viaggio nel tempo, tra edifici storici e scorci pittoreschi.

La chiesa di Sant’Andrea di Compito

Originariamente fondata nel 919 in una località nota come “Trebbio“, la chiesa di Sant’Andrea di Compito subì la sua prima espansione tra il XII e il XIII secolo per accogliere una popolazione in crescita. Nel corso dei secoli, ha subito diverse ristrutturazioni, tra cui la ricostruzione del campanile a metà dell’Ottocento, eretto sulle fondamenta della precedente torre. Un’altra chiesa storica del borgo, la chiesa di San Pietro a Forcone, una volta la più antica, ha perso la sua centralità nel XVII secolo a causa del suo stato semi-abbandonato e ha trasferito i suoi benefici alla chiesa di Sant’Andrea, divenuta la nuova sede parrocchiale.

La torre di Guardia

La torre, che originariamente fungeva da campanile per la chiesa di San Pietro a Forcone, ha avuto un ruolo significativo nel medioevo come parte del sistema difensivo della Repubblica di Lucca. Dotata di un braciere sul tetto, la torre veniva utilizzata per segnalare un’invasione da parte dei pisani.
Accendendo il braciere, veniva inviato un segnale luminoso al Castello di Compito, che a sua volta lo trasmetteva alla Torre di Palazzo nel centro di Lucca. Questo sistema permetteva di mobilitare rapidamente le truppe lucchesi per contrastare gli attacchi nemici. Nel XV secolo, data la sua importanza strategica, Paolo Guinigi, il signore di Lucca, ordinò la sua ristrutturazione. Una gabbia metallica venne posta sulla parete frontale della torre, dove veniva esposta la testa dei condannati a morte come monito per i fuorilegge.

Cosa vedere vicino a Sant’Andrea di Compito

  • Lucca: A breve distanza, questa città murata è famosa per le sue splendide chiese, le piazze accoglienti e l’incantevole atmosfera.
  • Villa Reale di Marlia: Una splendida villa con giardini storici, ideale per una gita di un giorno.

Come arrivare a Sant’Andrea di Compito da Bologna in macchina

Da Bologna, prendere l’autostrada A1 in direzione Firenze e poi l’A11 verso Pisa Nord. Uscire a Lucca e seguire le indicazioni per Sant’Andrea di Compito. Il viaggio dura circa due ore e mezza, attraversando il cuore della Toscana e offrendo panorami indimenticabili.

Feste di Sant’Andrea di Compito

Il borgo celebra varie feste tradizionali che riflettono la ricca cultura locale:

  • La Festa di San Andrea: Un evento annuale che celebra il santo patrono con processioni, musica e cibo tradizionale.
  • Sagre ed Eventi Culturali: Durante l’anno, Sant’Andrea di Compito ospita diverse sagre che celebrano i prodotti locali e l’arte.

Perché visitare Sant’Andrea di Compito

Sant’Andrea di Compito è più di una destinazione: è un’esperienza che cattura l’essenza della Toscana. Qui, il visitatore può immergersi nella tranquillità e nella bellezza di un paesaggio che ha ispirato artisti e poeti per secoli. Ogni angolo di questo borgo racconta una storia, ogni pietra ha un’anima, rendendolo il luogo ideale per chi cerca un’autentica fuga dalla frenesia della vita moderna. In questo angolo di mondo, il tempo sembra essersi fermato, permettendo di riscoprire il piacere di una passeggiata tra le vie storiche, di un tramonto sulle colline toscane, e di una pace che solo luoghi come Sant’Andrea di Compito possono offrire.

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.