Top

Il borgo in Umbria che onorò Ercole con il suo nome: un viaggio nella leggenda e nella storia

L’Umbria, cuore verde d’Italia, è terra di borghi incantati, ognuno con la sua storia unica e affascinante. Uno di questi è Montecchio, un borgo che si distingue per il suo ricco patrimonio storico e culturale, e per la sua sorprendente necropoli del Vallone San Lorenzo.

Storia di Montecchio

Montecchio, un incantevole borgo rurale fortificato che porta con sé storie e leggende che risalgono a tempi lontani. Situato nel cuore dell’Italia, Montecchio offre ai suoi visitatori un affascinante tuffo nella storia, arricchito da miti e racconti che risvegliano la fantasia.

Il Fascino di un Nome: Mons Herculis e Monticulus

Il nome di Montecchio è avvolto nel mistero e nella leggenda. Alcuni racconti narrano che il toponimo derivi da “Mons Herculis”, in onore dell’eroe mitologico Ercole. Un’altra interpretazione, più letterale, lo collega al termine “monticulus“, che significa piccolo monte o monticello. Queste storie, intrecciate tra mito e realtà, conferiscono al borgo un’aura di mistero e fascino.

Un borgo di storia Medievale

Le prime notizie certe su Montecchio risalgono al 1275. Nei documenti medievali, il borgo è menzionato come “Castro Monticoli”, svelando le sue origini come roccaforte fortificata.

Un’architettura caratteristica

Caratteristico per la sua struttura rurale fortificata, Montecchio si sviluppa in anelli concentrici attorno al suo centro storico. Questa particolare configurazione urbanistica, originatasi attorno al XII secolo, testimonia l’importanza strategica del borgo in epoca medievale.

Dalla Frazione al Comune

Per lungo tempo, Montecchio è stato una frazione del vicino comune di Baschi. Tuttavia, nel 1948, ha guadagnato il titolo di Comune autonomo, marcando un’importante tappa nella sua storia. Questo passaggio ha permesso a Montecchio di preservare e valorizzare la sua identità e il suo ricco patrimonio storico-culturale.

Cosa Visitare a Montecchio

La Necropoli del Vallone San Lorenzo

Il gioiello di Montecchio è senza dubbio la necropoli del Vallone San Lorenzo. Questo sito archeologico, risalente all’epoca etrusca, offre un’esperienza unica per immergersi nella storia antica. Le tombe scavate nella roccia raccontano storie di un passato lontano, regalando ai visitatori un viaggio affascinante attraverso i secoli.

Il Borgo e le Sue Meraviglie

Oltre alla necropoli, il borgo stesso è un tesoro da esplorare. Le sue strade, le case in pietra e le chiese antiche sono testimoni silenziosi di una storia ricca e variegata.

Cosa Vedere nei Dintorni di Montecchio

Nei dintorni di Montecchio, l’Umbria offre paesaggi mozzafiato, uliveti, vigneti e altri borghi storici. Luoghi come Orvieto, con la sua imponente cattedrale, e Todi, un altro splendido esempio di borgo medievale, sono facilmente raggiungibili e arricchiscono l’esperienza di viaggio.

Come Arrivare al Borgo in Macchina da Foligno

Raggiungere Montecchio in macchina da Foligno è un’esperienza piacevole e rilassante. Il percorso attraversa le colline umbre, offrendo scorci pittoreschi e un contatto diretto con la natura incontaminata della regione. Il viaggio dura circa un’ora e mezza, un tempo ben speso in vista della bellezza che Montecchio ha da offrire.

Perché Visitare Montecchio

Montecchio non è solo un borgo, è una porta sul passato, un luogo dove la storia si fonde con la natura. Visitare Montecchio significa immergersi in un’atmosfera di altri tempi, dove ogni pietra vi potrebbe raccontare una storia.
È il luogo ideale per chi cerca un’esperienza di viaggio profonda, lontana dal turismo di massa e vicina al cuore pulsante della tradizione e della cultura umbra.

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.