Top
Marche

Il borgo nella Marche dove vive la leggenda di San Marone che lottò contro i Saraceni

Civitanova Alta, incantevole frazione di Civitanova Marche, si trova sulla collina che domina la costa adriatica delle Marche. Con il suo affascinante mix di storia, cultura e viste panoramiche, questo borgo è una destinazione imperdibile per chi visita la regione: un luogo molto meno famosa di Civitanova Marche, località balneare molto frequentata ma priva della storia e del fascino del borgo vecchio.

Storia di Civitanova Alta

Nell’antichità

L’area geografica di Civitanova Marche, compresa Civitanova Alta, mostra segni di abitazione umana sin dal periodo paleolitico. I greci, dal VI secolo a.C., utilizzavano la foce del fiume Chienti come approdo per i loro commerci. Il villaggio originale, noto come Cluana, fu probabilmente fondato nell’VIII secolo a.C.
Questo insediamento pre-romano sorse a nord della foce del Chienti e con il tempo evolvette in un centro importante sotto il dominio romano, noto come Cluentum.

Medioevo

Dopo le devastazioni delle invasioni barbariche, i superstiti si rifugiarono nell’area collinare di Cluentis Vicus, che nel corso del tempo divenne noto come Civitanova Alta.
Nel 1009, il borgo è menzionato in vari documenti come Civitate Nova o Civitas Nova, evidenziando una rinascita dopo periodi di declino. Nel corso dei secoli, ha visto il dominio di varie potenze, inclusi i Franchi che introdussero il sistema feudale.

Rinascimento ed età moderna

Nel 1440, sotto la signoria degli Sforza, Civitanova Alta fu fortificata con una nuova cinta muraria e torri per proteggersi dai pirati barbareschi.
Tuttavia, nei secoli successivi, la città affrontò lotte interne, scorrerie e la peste, che la portarono alla decadenza. Nel XVI secolo, divenne proprietà del nobile Giulio Cesarini, e nel tardo Cinquecento, trasformata in ducato, conobbe un’epoca di rinascita urbana.

Età contemporanea

Nel 1828, Civitanova Alta e il Porto ricevettero il titolo di città da papa Leone XII. Il XIX e il XX secolo videro il Porto di Civitanova trasformarsi in un vivace centro turistico e industriale, beneficiando dello sviluppo industriale e diventando un rinomato luogo di villeggiatura.

Nel 1938, Porto Civitanova e Civitanova Alta si unirono, formando il comune di Civitanova Marche.

Cosa visitare a Civitanova Alta

  • Piazza della Libertà: cuore del borgo, ospita importanti edifici come il Palazzo Comunale e la Chiesa di San Marone, risalente al XVIII secolo.
  • Vicoli del Borgo: ideali per passeggiare e scoprire negozi di artigianato locale e caffetterie.
  • Teatro Annibal Caro: punto di riferimento culturale.
  • Belvedere: offre una vista spettacolare sul mare e sulla campagna.

(foto via Wikipedia)

Cosa vedere nei Dintorni di Civitanova Alta

  • Civitanova Marche: città vicina con spiagge, un attivo porto e una vivace scena commerciale.
  • Recanati: città natale del poeta Giacomo Leopardi, interessante per gli amanti della storia e dell’architettura.
  • Colline Circostanti: perfette per escursioni e visite a piccoli borghi medievali e cantine locali per degustare vini rinomati.

Curiosità di Civitanova Alta

Una delle leggende più affascinanti di Civitanova Alta è legata alla figura di San Marone. Si narra che il santo sia apparso miracolosamente per salvare il borgo da un’incursione saracena, e da allora è venerato come protettore della città.
Ogni anno, il culto di San Marone viene celebrato con festeggiamenti e una processione che attira visitatori da tutta Italia.

Mappa di Civitanova Alta

Come arrivare a Civitanova Alta da Ancona in auto

Civitanova Alta è ben collegata ad Ancona, situata a circa 50 km a nord. Per raggiungerla in auto, prendere l’autostrada A14 in direzione sud e uscire a Civitanova Marche. Il viaggio dura circa 40 minuti.

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.