Top

Il borgo più bello della Toscana? Un luogo dove fu avvelenato il re dell’Impero Romano

Un borgo splendido nella sorprendente Toscana: siamo a Buonconvento, un piccolo paese dove 3000 anime vivono tra leggende e storie come quella che la morte misteriosa del re di Germania, re dei Romani e imperatore del Sacro Romano Impero .

Tra le colline della Val d’Arbia, in Toscana, sorge Buonconvento, un borgo che sembra uscito da una cartolina del passato. Questo splendido paesino, il cui nome significa “luogo fortunato”, vanta una storia ricca e affascinante che risale al Medioevo.
Scopriamo la storia, cosa visitare durante la nostra visita, come arrivare al borgo e quali sono i segreti di questo magnifico luogo, borgo che in molti definiscono come il più bello d’Italia: scopriamo perchè.

Storia di Buonconvento

Buonconvento, fin dai tempi antichi, è stato un punto di incontro fondamentale per i viaggiatori della Via Francigena.
Le sue mura medievali, ancora oggi, raccontano un passato in cui pellegrini, mercanti e nobili attraversavano le sue strade.
Ci troviamo a circa 30 chilometri da Siena, in uno dei borghi considerati più belli di tutta Italia (e non solo).

Cosa visitare a Buonconvento

Il cuore del borgo è la sua via principale, dove si affacciano palazzi storici e la Chiesa di San Pietro e Paolo, ricca di opere d’arte. Da non perdere il Museo d’Arte Sacra della Val d’Arbia, un tesoro di opere religiose e il Museo di Etnografia della Val d’Arbia, che racconta la vita rurale della regione.

Lo stesso centro storico merita di essere visitato: camminando lungo i suoi vicoli, le sue strade e le sue piazze, si avrà la sensazione di passare attraverso la storia di questo luogo: immagine pellegrini, cavalieri, re e poeti passeggiare lungo queste vie, alimenterà in voi storie e situazioni che solo in un borgo come questo potrebbero essere vissute.

Ecco i principali punti di interesse da visitare a Buonconvento (o nei dintorni)

  • Chiesa dei Santi Pietro e Paolo
  • Oratorio dell’Arciconfraternita della Misericordia
  • Chiesa di San Lorenzo a Bibbiano
  • Cappella di Sant’Antonio a Bibbiano
  • Chiesa di San Bartolomeo a Castelnuovo Tancredi
  • Chiesa di San Lorenzo a Percenna
  • Pieve di Sant’Innocenza a Piana
  • Chiesa di San Lorenzo a Serravalle

Curiosità e leggende

Una delle leggende più affascinanti e incredibili di questo borgo è legata a un famoso imperatore Enrico VII di Lussemburgo re di Germania, re dei Romani e imperatore del Sacro Romano Impero: secondo alcune fonti pare infatti che l’imperatore fu avvelenato a Buonconvento dove, nel 1313. morì ufficialmente.
Storia o leggenda? Purtroppo non lo sapremo mai, ma di certo questo presunto avvenimento da secoli rende famoso questo borgo.

Il miglior momento per visitare Buonconvento

La primavera, con i suoi colori meravigliosi regalati dal panorama che circonda il borgo, e l’autunno, con le sue sfumature calde e il foliage, sono i momenti ideali dell’anno per visitare Buonconvento, quando il paesaggio circostante è al suo apice di bellezza.

Come arrivare a Buonconvento

Buonconvento può essere raggiunto facilmente in auto sia da Siena che da Firenze: segunedo le indicazioni per la Val d’Orcia potrete arrivare in meno di 30 minuti (da Siena) e poco più di un’ora e mezza (da Firenze).
Il viaggio è un vero piacere per gli occhi e per l’anima: il panorama da solo vale questo viaggio

Con la sua ricca storia, le sue bellezze artistiche e il suo contesto naturale incantevole, è una vera “bomboniera” della Toscana nascosto nella campagna, un luogo dove il tempo sembra essersi fermato, perfetto per chi cerca pace, bellezza e ispirazione (oltre che buon cibo)

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.