Savignano Irpino, un borgo in provincia di Avellino, è un gioiello nascosto tra le colline dell’Irpinia. Con una storia millenaria, tradizioni radicate e paesaggi incantevoli, Savignano Irpino è una meta ideale per chi desidera scoprire un’Italia diversa legata ancora al passato e capace di far sognare..

Storia del borgo di Savignano Irpino

Le origini

Le prime tracce di insediamenti a Savignano Irpino risalgono all’epoca romana, quando il borgo era noto come “Savenianum”. Durante il Medioevo, Savignano Irpino divenne un importante centro strategico grazie alla sua posizione dominante sulla valle del fiume Cervaro. Il nome “Irpino” deriva dall’antica tribù sannitica degli Irpini, che popolavano la regione.

Epoca Medievale

Nel Medioevo, Savignano Irpino fu conteso tra vari signori feudali e conobbe un periodo di prosperità grazie alla sua posizione strategica. Il borgo era fortificato e dotato di un castello che fungeva da residenza per i nobili locali e da punto di difesa contro gli invasori.

Epoca Moderna

Con l’arrivo dei Normanni nel XI secolo, Savignano Irpino entrò a far parte del Regno di Sicilia e poi del Regno di Napoli. Durante il Rinascimento, il borgo mantenne la sua importanza come centro agricolo e commerciale. Nel XIX secolo, Savignano Irpino fu coinvolto nei moti risorgimentali che portarono all’unificazione d’Italia.

Cosa vedere a Savignano Irpino

  • Castello Guevara: imponente fortezza che domina il borgo, costruita dai Normanni e successivamente ampliata dai signori locali.
  • Chiesa Madre di San Nicola di Bari: edificio religioso di grande importanza, con affreschi e opere d’arte risalenti al periodo medievale.
  • Fontana Angelica: fontana monumentale situata nella piazza principale del borgo, simbolo di Savignano Irpino.
  • Museo della Civiltà Contadina: museo che raccoglie strumenti e oggetti della vita rurale, offrendo uno spaccato della storia agricola della regione.
  • cosa visitare nei dintorni di Savignano Irpino
  • Parco Regionale dei Monti Picentini: area naturale protetta ideale per escursioni e passeggiate immersi nella natura.
  • Benevento: città ricca di storia, con il suo famoso Arco di Traiano e il Teatro Romano.
  • Lago Laceno: incantevole località montana perfetta per attività all’aria aperta, tra cui trekking e sci in inverno.

Cosa mangiare a Savignano Irpino

La cucina di Savignano Irpino è caratterizzata da sapori genuini e piatti tradizionali. Tra le specialità locali:

  • Cavatelli: Pasta fresca fatta a mano, spesso condita con sugo di carne o di verdure.
  • Caciocavallo Podolico: Un formaggio stagionato tipico della regione, dal sapore intenso.
  • Torrone di Benevento: Un dolce a base di mandorle e miele, perfetto per concludere un pasto.
  • Aglianico: Un vino rosso robusto, prodotto nelle colline circostanti.

Mappa di Savignano Irpino

Curiosità su Savignano Irpino

  • Savignano Irpino è uno dei borghi più antichi dell’Irpinia, con una storia che risale all’epoca romana.
  • Ogni anno, a settembre, si tiene la “Sagra della Castagna”, una festa dedicata a questo frutto tipico delle colline irpine.
  • Il borgo ha mantenuto intatto il suo assetto urbanistico medievale, con stradine strette e case in pietra.

Come arrivare a Savignano Irpino in auto partendo da Napoli

Per raggiungere Savignano Irpino da Napoli in auto:

  1. Prendere l’autostrada A16 in direzione est verso Avellino/Bari.
  2. Uscire a Grottaminarda e seguire le indicazioni per la SS90 in direzione di Ariano Irpino.
  3. Continuare sulla SS90 fino a Savignano Irpino, seguendo le indicazioni per il centro del borgo.