Top

In Emilia nel borgo patria del Tartufo: viaggio tra Etruschi, Galli e RomanI

Viano, situato nella provincia di Reggio Emilia, in Emilia-Romagna, è aun borgo che offre un’affascinante combinazione di storia, cultura e paesaggi naturali. Questo tranquillo comune è immerso nelle verdi colline della regione, rendendolo una meta ideale per coloro che cercano una fuga dalla vita cittadina.

Storia del Borgo

Viano, borgo che vanta una lunga storia, è testimone di insediamenti che risalgono all’età del bronzo, come confermato dal ritrovamento di un villaggio antico nella zona.
Nel corso dei millenni, il territorio ha visto la presenza di diverse culture, tra cui gli Etruschi, i Galli e i Romani, come suggeriscono i nomi di alcune località circostanti. Il nome “Viano” potrebbe derivare dall’aggettivo latino “-anus” aggiunto al nome di persona “Vilius“, oppure potrebbe essere legato alla famiglia celtica dei Vellauni, che anticamente possedeva il territorio.

Primi documenti scritti

Documenti del tardo 1100 menzionano il luogo come “Viglanum“, e la sua storia si intreccia strettamente con quella delle terre vicine. Per secoli, Viano fu sotto il controllo dei vescovi di Reggio Emilia, che utilizzavano il Castello di Querciola come residenza estiva. Successivamente, il territorio passò sotto il dominio degli Attonidi di Canossa e poi dei Fogliani. Verso la fine del Cinquecento, gli Estensi concessero il feudo agli Aldrovandi Marescotti, famiglia che mantenne il possesso di Viano anche dopo la separazione dal feudo di Castello Querciola, assegnato ai Selvatico di Padova.

L’arrivo di Napoleone

Con l’avvento di Napoleone, Viano fu incorporato nella Repubblica Reggiana, per poi ritornare sotto l’influenza degli Estensi dopo il Congresso di Vienna del 1815. L’ingresso di Viano nel Regno d’Italia non portò eventi di rilievo, ma il borgo continuò a preservare il suo ricco patrimonio storico e culturale.

Tra i principali luoghi di interesse storico di Viano si annoverano il castello, risalente alla prima metà del XIV secolo, la chiesa parrocchiale del Santissimo Salvatore, e la chiesa di Santa Maria Assunta.
Notevoli sono anche l’oratorio della Madonna del Rosario a Castello Querciola, le chiese di San Pietro Apostolo e San Giovanni Battista nelle rispettive località, la chiesa di San Prospero a Regnano, e la casa-torre Spadoni a San Polo.

(foto via Tripadvisor)

Cosa visitare a Viano

  • Chiesa di San Donnino: una chiesa storica nel cuore del borgo, nota per la sua architettura romanica e gli affreschi medievali.
  • Palazzo Ducale: un tempo residenza della nobiltà locale, ora ospita eventi culturali e mostre.
  • Museo Etnografico: esplora la cultura e le tradizioni della gente di Viano attraverso oggetti di uso quotidiano, attrezzi agricoli e arte popolare.

Cosa vedere nei dintorni di Viano

  • Parco dei Sassi di Roccamalatina: un’area naturale protetta famosa per le sue imponenti formazioni rocciose e sentieri escursionistici.
  • Castello di Carpineti: una fortezza medievale che offre una vista spettacolare sulla valle sottostante.
  • Borgo di Baiso: un altro incantevole borgo vicino, noto per le sue chiese storiche e le sue atmosfere pacifiche.

Curiosità su Viano

(foto via Tripadvisor)

Una delle curiosità più interessanti di Viano è legata alla sua gastronomia: il borgo è famoso per il suo tartufo nero, che cresce abbondante nei boschi locali.
Ogni anno, Viano celebra questo prezioso fungo con un festival che attira appassionati di gastronomia da tutta Italia.

Mappa di Viano

Come arrivare a Viano in auto partendo da Reggio Emilia

Per raggiungere Viano da Reggio Emilia, prendere la strada SP486 in direzione sud verso Montecavolo. Proseguire su questa strada per circa 20 minuti. Seguire le indicazioni per Viano, girando a sinistra sulla SP7. Il viaggio in auto da Reggio Emilia a Viano dura circa 30 minuti, salvo contrattempi.

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.