Top

In Umbria un borgo medievale dove ammirare gli affreschi di Raffaello e del Perugino

Se amate l’arte e il medioevo, questo piccolo borgo in Umbria potrà farvi innamorare per la sua bellezza: passeggiando tra i suoi vicoli potrete ammirare non solo un luogo splendido ma affreschi meravigliosi di Raffaello e del Perugino

Borgo Panicale in Umbria

Per capire la bellezza di Panicale, basti pensare che è stato inserito di diritto tra i “Borghi più belli d’Italia”, riconoscimento che ne attesta la bellezza e l’importanza storica e sociale nel nostro paese: ci troviamo in Umbria a soli 35km da Perugia vicino al Lago Trasimeno.
Il borgo, arroccato su una collina, saprà incantare i vostri occhi e il vostro cuore: il suo nome molto probabilmente deriva da “Pani Calet”, cioè “Consacrato al dio Pan” protettore degli armenti.

Le origini di questo luogo sono antichissime visto che i primi insediamenti sembrano infatti risalire al II° millennio a.C.: durante i primi secoli questa città fu conquistata da diversi popoli a cominciare da quelle umbre, poi etrusche e infine romane, conquiste che hanno di fatto cambiato l’aspetto e la struttura della città in base ai loro usi e costumi.
Il borgo vive nel medioevo un periodo d’oro anche grazie anche al rapporto strategico con Perugia: ma il momento di massimo splendore della città arriva con il Rinascimento che regala a questo borgo le opere del Perugino, dello Spagnolo e anche di Raffaello

Cosa vedere a Panicale

Durante la nostra visita a Panicale, in questo bellissimo borgo medievale, le cose da vedere sono davvero molte, a partire dal suo centro storico: il piccolo centro urbano, che si snoda tra vicoli, piazze, strade e edifici storici, regala scorci mozzafiato per i suoi visitatori, come ad esempio Piazza Umbero I o la Rocca.

Proprio la Rocca è una delle principali attrazioni del borgo: la fortezza medievale che domina tutta la zona, regala una vista panoramica spettacolare anche sul Lago Trasimeno e le colline che circondano la zona.
Le sue sale, oggi, sono adibite a spazi per mostre o eventi culturali, regalando così una location unica: questo castello è stato definito da alcuni come la “Terrazza del Trasimeno“, e considerato dalla maggior parte degli studiosi come uno degli esempi più belli risalenti al medioevo della zona Umbro – Toscano

Se invece amate le chiese, da non perdere quella di San Michele Arcangelo che si trova nella piazza principale del borgo: al suo interno potremo ammirare alcuni affreschi del noto pittore il Perugino (Pietro Vannucci), come ad esempio il famosissimo “Martirio di San Sebastiano“, oltre poter vedere un affresco raffigurante la “Madonna in trono con Bambino” realizzato nel 1530 dallo Spagna.

Da visitare anche le mura che vi permetteranno di godere di una vista panoramica mozzafiato sul Lago Trasimeno e le colline intorno al borgo.

Gli affreschi di Raffaello a Panicale

A rendere ancora più prezioso il borgo una scoperta recente: all’interno della Chiesa di Sant’Agostino (all’esterno di Porta Fiorentina), fu ritrovato un affresco intitolato “Madonna con bambino tra angeli musicanti”, realizzato tra il 1502 e il 1506. Tale opera per lungo tempo fu attribuita al Perugino, successivamente, allo Spagna ma, grazie ad alcune ricerche nel 2005 l’esperto riuscì a stupire tutti attribuendo l’opera al grande Raffaello, un vero capolavoro che merita di essere ammirato.

Come arrivare a Panicale

Il borgo di Panicale può essere raggiunto comodamente in auto o in bus, vediamo come

Panicale in bus: per raggiungere il borgo con i mezzi pubblici, potrete salire su uno di questi autubus: E014 (Bus Terminal Perugia) o E020 (Tavernelle). Il tempo richiesto varia dalla fermata di partenza ovviamente.

Panica in macchina: partendo da Roma dovrete imboccare l’A1 verso Firenze, uscire a Fabro e seguire le indicazioni per Panicale. l borgo dista circa 160km dalla capitale

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.