Top

La città gemella di Roma vicino a Viterbo: due leggende e tanto da visitare

Non solo Roma sorge su sette colli: un’altra famosissima città in Italia vanta questa caratteristica? Scopriamo insieme uno dei luoghi più interessanti e belli da visitare durante l’autunno: spostiamoci vicino a Viterbo, alla scoperta di alcune curiosità che rendono questo borgo quasi unico.

Roma con le sue meraviglie è un luogo magico capace di attirare ogni anno milioni di turisti da tutto il mondo: oltre ad essere famosa per aver dato vita ad un impero senza pari, aver dominato il mondo intero per secoli, aver donato un lascito culturale e storico che ancora oggi continua, Roma è conosciuta per essere la città che sorge su sette colli (Palatino, Aventino, Celio, Capitolino/Campidoglio, Esquilino, Viminale e il Quirinale).

In pochi sanno che questa unicità è condivisa con un’altra città del nostro paese, una città che merita di essere vistata anche in autunno, quando le giornate sono più corte e il turismo non affolla le vie dei centri storici, lasciando spazio ad una visita diversa.
Stiamo parlando di Tuscania!

La storia di Tuscania

Ci troviamo in provincia di Viterbo e più precisamente a circa 24km ad qui, sìamo nella città di  Tuscania un piccolo comune di circa 9000 persone che offre una storia ultra millenaria e una patrimonio tutto da scoprire: la città vanta le sue origini durante l’epoca etrusca, periodo nel quale questa realtà veniva chiamata “Tuscana”.
Con l’avvento dell’impero romano, la città divenne colonia di importanza fondamentale per Roma, dedicando così attenzioni particolari non solo al suo benessere ma anche al suo centro storico: ancora oggi possiamo ammirare monumenti storici importanti a cominciare dalle tombe etrusche fino ai ruderi delle opere realizzate dall’impero romano.

Con l’arrivo del medioevo, la città cambio faccia vedendo realizzare al centro della città chiese romaniche come ad esempio Santa Maria Maggiore e San Giacomo, senza dimenticate la Cattedrale di San Pietro e al Palazzo Comunale.

Se desiderata godervi un panorama mozzafiato, vi consigliamo di visitare le mura etrusche ancora ben conservate che circondano la città e offrono vedute spettacolari sulla campagna circostante.

I sette “colli” di Tuscania

Come Roma anche Tuscania “vanta” questa particolarità: il comune infatti non sorge su un singolo colle o su una piana, ma si sviluppa su ben 7 colli differenti, colli senza nome, ma che ricordano da vicino la città eterna.

I sette colli di Tuscania non hanno nomi specifici tuttavia nella città in provincia di Vitervbo è comune riferirsi a queste alture semplicemente come “i sette colli di Tuscania” senza dare al nome ai sette promontori..

La leggenda di Tuscania

Ma chi fondò realmente Tuscania? Furono veramente gli Etruschi o chi insiedò il primo villaggio? Su questa città aleggiano due leggende: la prima vuole che la città fu fondata dal figlio di Enea, Ascanio e che il nome della città derivi dal ritrovamento di 12 cuccioli di cane (Tas – Cana)

Esiste però anche una seconda leggenda che dona il merito della fondazione di Tuscania a Tusco, il  figlio di Ercole e Araxe.

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.