Nel cuore della Campania, affacciato sul Golfo di Pozzuoli, sorge il Parco Archeologico di Baia, un sito che custodisce i resti di un’antica grandezza romana. Questo luogo, ricco di storia e bellezza, offre un viaggio indietro nel tempo, dove l’architettura antica incontra il paesaggio mozzafiato della costa italiana.

I tesori sommersi del Parco Archeologico di Baia

Uno degli aspetti più affascinanti del Parco Archeologico di Baia è la sua parte sommersa, il Parco Sommerso di Baia. Qui, i visitatori possono ammirare le rovine di antiche ville romane, strade e statue, tutto sotto la superficie del mare. Questa esperienza unica di archeologia subacquea offre una prospettiva diversa sulla vita e l’arte dell’antica Roma.

Cosa vedere al Parco Archeologico di Baia

(foto via tripadvisor)

Il complesso Termale Romano

Il Parco Archeologico è celebre per i suoi complessi termali romani, un tempo luogo di relax e socializzazione per l’élite romana. Passeggiando tra queste antiche strutture, si può quasi percepire la vita quotidiana dell’epoca, immaginando il lusso e la magnificenza di questi spazi un tempo riccamente decorati.

Il tempio di Mercurio e la Sua Eco

Un’altra meraviglia da non perdere è il Tempio di Mercurio, una struttura caratterizzata da una cupola sorprendentemente ben conservata. Questo tempio è noto per la sua acustica eccezionale, dove persino un sussurro può risuonare chiaramente attraverso la stanza, un esempio straordinario dell’ingegneria e dell’arte romane.

Il museo Archeologico dei Campi Flegrei

Il Museo Archeologico dei Campi Flegrei, situato all’interno del Parco, ospita una collezione di reperti trovati nella zona, tra cui statue, mosaici e oggetti quotidiani. Questa esposizione arricchisce la visita, offrendo un contesto storico e culturale alle rovine e ai monumenti all’aperto.

La vista sul Golfo di Pozzuoli

Infine, non si può parlare del Parco Archeologico di Baia senza menzionare la sua vista mozzafiato sul Golfo di Pozzuoli. Questo panorama, che unisce mare, cielo e rovine antiche, offre un’esperienza visiva unica e incantevole, unendo la bellezza della natura a quella dell’arte e della storia.

(foto via tripadvisor)

Come arrivare al Parco Archeologico di Baia a Bacoli

Come raggiungere il parco di Parco Archeologico di Baia a Bacoli? Le soluzioni sono differenti, vediamo quali sono

In macchina, se si proviene da Napoli, dovremmo prendere la tangenziale di Napoli e uscire a Pozzuoli/Arco Felice direzione Bacoli. Seguiremo poi le indicazioni per Baia per poi arrivare al Porto di Baia in Via Lucullo dove potremo parcheggiare l’auto.

In treno, invece, dovremo prendere la linea EAV Ferrovia Cumana da Napoli Montesanto con fermate a Fusaro o Lucrino. Da lì, potremo proseguire con un autobus EAV o a piedi (circa un chilometro)

L’ingresso al Parco si trova in Via Sella di Baia, 22, 80070 Bacoli, Napoli, ed è aperto tutti i giorni tranne il lunedì, dalle 9.00 fino ad un’ora prima del tramonto​

Perchè visitare il Parco Archeologico di Baia

Il Parco Archeologico di Baia è una destinazione che vi incanterà non solo per le sue straordinarie rovine, ma anche per il contesto naturale in cui si trovano. Visitare il Parco Archeologico di Baia vi potrà regalare un viaggio affascinante attraverso la storia, l’arte e la cultura dell’antica Roma, arricchito dalla bellezza incomparabile del paesaggio campano.