Top

La Riviera di Ulisse: 3 borghi favolosi, un viaggio tra leggenda e miti del Lazio

Nel cuore del Lazio, la Riviera di Ulisse offre un paesaggio dove il blu profondo del mare incontra l’incanto storico e mitologico di borghi antichi.

Questa fascia costiera prende il nome dall’eroe omerico Ulisse, protagonista dell’Odissea, che secondo la leggenda avrebbe navigato queste acque.
La riviera è un crocevia di storia, cultura e mitologia greca che si riflette ancora oggi nei suoi incantevoli borghi.

Tre borghi da visitare sulla Riviera di Ulisse

Esploreremo tre di questi luoghi, ognuno con un legame unico con il poema epico.

Sperlonga: tra Grotte e storie di eroi

Sperlonga, probabilmente uno dei borghi più belli della Riviera di Ulisse, è celebre per la sua grotta che, secondo la leggenda, fu il luogo dove il mago Tiresia apparve a Ulisse durante il suo viaggio.
Le sue spiagge offrono un panorama mozzafiato che sembra quasi un riflesso delle avventure narrate nell’Odissea. Il borgo stesso, con le sue strade strette e bianche, richiama l’architettura tipica mediterranea e invita i visitatori a scoprire la sua storia affascinante, che include anche il Museo Archeologico, dove sono esposti reperti che attestano la presenza romana e la loro ammirazione per il mito di Ulisse.

Cosa visitare a Sperlonga

  • Centro Storico di Sperlonga: stretti vicoli, scalinate e case bianche, il centro storico è il cuore di Sperlonga. È un luogo perfetto per passeggiare, scoprire piccoli negozi artigianali e godere di magnifici panorami sul mare.
  • Villa di Tiberio e Museo Archeologico:  villa romana di Tiberio, situata alla base del promontorio di Sperlonga, ospita splendidi reperti, tra cui il famoso gruppo scultoreo dell’Ulisse. Il museo annesso conserva i reperti archeologici trovati nella zona e narra la storia dell’antica villa e delle sue imponenti sculture.
  • Grotta di Tiberio: parte della villa di Tiberio, questa grotta naturale era utilizzata come sala da pranzo estiva dall’imperatore. Durante le esplorazioni archeologiche sono state scoperte numerose sculture di epoca romana che raffigurano scene dell’Odissea.
  • Torre Truglia: ci troviamo su un piccolo promontorio alla base del borgo, questa torre guarda il porto di Sperlonga. Originariamente costruita dai Saraceni e ricostruita nel 1532, offre una vista spettacolare sul mare e sul paese.
  • Spiagge di Sperlonga: le spiagge attorno a Sperlonga sono famose per la loro bellezza e il loro mare cristallino. Tra le più note ci sono la Spiaggia di Levante e la Spiaggia di Ponente, che offrono sabbia fine e servizi turistici.
  • Chiesa di Santa Maria: questa chiesa si trova nel cuore del centro storico e risale al XII secolo. È semplice ma affascinante, con elementi architettonici medievali e affreschi interni.
  • Belvedere della Sentinella: punto panoramico si trova nella parte più alta del borgo e offre una vista mozzafiato sulle spiagge di Sperlonga e sul mare.

Gaeta e un Ulisse da scoprire

Gaeta, un altro gioiello della Riviera, ha un legame diretto con Ulisse grazie al Monte Orlando. Qui si trova la cosiddetta “Spaccata di Gaeta”, una fenditura impressionante nella roccia che la tradizione vuole sia stata creata dallo stesso Ulisse con un colpo della sua spada.
Oltre a questa leggenda, Gaeta è nota per le sue fortificazioni medievali e per il santuario della Montagna Spaccata, un luogo di culto che attira pellegrini da tutta Italia.

Cosa visitare a Gaeta

  • Montagna Spaccata: Una delle attrazioni naturali più famose di Gaeta, la Montagna Spaccata è una spettacolare crepa naturale nella roccia. La leggenda narra che si sia spaccata nel momento della morte di Cristo. All’interno, è possibile visitare la piccola cappella della “Trinità”.
  • Grotta del Turco: Situata vicino alla Montagna Spaccata, questa grotta a livello del mare offre una vista affascinante sul blu intenso del Mediterraneo. Si dice che il nome derivi da un episodio leggendario in cui un turco si convertì al cristianesimo dopo essere stato miracolosamente salvato dalle acque.
  • Santuario della Santissima Annunziata: Importante luogo di culto di Gaeta, il santuario è celebre per la sua splendida cripta dorata. L’interno barocco e le opere d’arte sacra sono di notevole interesse artistico e spirituale.
  • Parco Regionale Riviera di Ulisse: Questo parco naturale offre sentieri escursionistici, spiagge nascoste e una ricca biodiversità. È un luogo ideale per gli amanti della natura e per chi cerca un contatto diretto con l’ambiente marino e costiero.
  • Castello Angioino-Aragonese: Questa imponente fortezza domina il paesaggio di Gaeta e risale al periodo medievale. Il castello è stato un importante baluardo militare e oggi è possibile visitarlo per ammirare le sue antiche mura e godere di una vista panoramica sulla città e sul mare.
  • Spiaggia di Serapo: La spiaggia più famosa di Gaeta, Serapo offre un lungo tratto di sabbia fine e acque cristalline. È ben attrezzata per i turisti e rappresenta il luogo ideale per una giornata di relax e divertimento al mare.
  • Centro Storico di Gaeta: Passeggiando per il centro storico si possono scoprire pittoresche vie lastricate, antiche chiese e palazzi storici. È un’ottima zona per assaporare la cucina locale in uno dei molti ristoranti o caffè.
  • Tempio di San Francesco: Questa chiesa, originariamente un tempio romano, è stata trasformata in una chiesa nel XII secolo. È un esempio affascinante di stratificazione storica e architettonica.

Terracina tra miti e storia

Infine, Terracina si distingue per il suo Tempio di Giove Anxur, situato su una collina da cui si può godere di una vista spettacolare del mare sottostante. Questa città era un importante porto durante l’epoca romana e, secondo alcuni racconti, una tappa nel viaggio di Ulisse.
Il mix di influenze romane e leggende legate al poema di Omero conferisce a Terracina un fascino unico, che si sposa perfettamente con la gastronomia locale e le tradizioni culturali che celebrano sia la sua storia antica che il suo patrimonio mitologico.

Cosa visitare a Terracina

  • Tempio di Giove Anxur: lantica struttura romana si trova sulla cima del Monte Sant’Angelo, offrendo una vista panoramica sulla città e sul mare. Risalente al I secolo a.C., il tempio è un esempio straordinario di architettura romana, celebre per le sue grandi terrazze sostenute da arcate.
  • Cattedrale di San Cesareo: un imponente cattedrale nonché uno dei principali luoghi di culto di Terracina, situata nel cuore del centro storico. Originaria del V secolo, è stata costruita sopra un antico tempio romano dedicato ad Augusto.
  • Foro Emiliano: siamo nel nel centro storico del borgo, il Foro Emiliano è un’area archeologica dove è possibile osservare i resti della Terracina romana, inclusi frammenti di pavimentazione e parti della basilica civile.
  • Palazzo della Bonificazione Pontina:  edificio esempio notevole di architettura razionalista italiana, costruito durante il regime fascista. Oggi ospita una mostra permanente sulla bonifica delle paludi pontine e lo sviluppo agricolo della regione.
  • Mura Ciclopiche: le imponenti mura ciclopiche di Terracina risalgono a periodi pre-romani e circondano la parte più antica della città. Sono un esempio affascinante dell’ingegneria antica e del loro uso prolungato attraverso vari periodi storici.
  • Spiagge di Terracina: la città è famosa anche per le sue lunghe spiagge di sabbia dorata che si estendono sia verso nord che verso sud della città. Le spiagge sono ben attrezzate con stabilimenti balneari, ideali per una giornata di relax al sole.
  • Porta Romana: antica porta che era uno dei punti di accesso storici alla città di Terracina. Risale al periodo romano e segna il limite orientale del centro storico, attraverso il quale passava l’antica Via Appia.

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.