Top

Nel borgo sul Lago di Como che vide imprigionato Mussolini prima della morte

A pochi chilometri da Como, si nasconde un borgo bellissimo fatto di bellezza e tranquillità: il borgo di Bonzanigo. Questo piccolo angolo di paradiso, promette ai visitatori un’esperienza unica, tra paesaggi mozzafiato e testimonianze culturali, oltre a testimoniare un momento chiave della nostra storia.

La storia di Bonzanigo

Inizialmente parte di Mezzegra, Bonzanigo nel 1928 passò al comune di Tremezzina, per poi ritornarvi definitivamente nel 2014, riflettendo le dinamiche storico-politiche della regione.

La morte di Mussolini

Il borgo ha avuto un ruolo significativo durante gli ultimi giorni di Benito Mussolini. Catturato il 27 aprile 1945, Mussolini trascorse le sue ultime ore a Bonzanigo, prima di essere fucilato il giorno seguente. Questo episodio rimane uno dei più controversi della storia italiana, con versioni e testimonianze spesso discordanti.

Il destino di Mussolini si concluse con l’esposizione dei corpi dei fucilati a Milano, segnando simbolicamente la fine della dittatura fascista. Questo episodio sottolinea come Bonzanigo si trovi al crocevia di eventi storici rilevanti, rendendo il borgo testimone di momenti che hanno segnato profondamente l’Italia.

Cosa vedere a Bonzanigo

  • Palazzi Storici
    Il borgo di Bonzanigo si distingue per la presenza di due palazzi del XVII secolo, i palazzi Brentano e Rosati, che rappresentano importanti testimoni della prosperità storica del territorio.
    Queste strutture architettoniche sono esempi luminosi della ricchezza accumulata dai commercianti dell’epoca, che contribuirono significativamente allo sviluppo economico della regione attraverso l’apertura di banche e negozi in importanti città europee.
  • Valorizzazione del Patrimonio
    Recentemente, l’amministrazione comunale di Tremezzina ha avviato un’iniziativa per promuovere e valorizzare il patrimonio culturale e artistico del borgo. Questo progetto, noto come “Artway: alla scoperta del patrimonio artistico della Tremezzina”, invita residenti e visitatori a partecipare a passeggiate patrimoniali gratuite, offrendo loro l’opportunità unica di esplorare e apprezzare le bellezze storiche e architettoniche di Bonzanigo.
  • Esperienza Immersiva
    Le passeggiate patrimoniali proposte dal Comune di Tremezzina offrono un’esperienza immersiva nel cuore della storia e delle tradizioni locali. Partecipando a queste iniziative, si ha la possibilità di avvicinarsi al ricco patrimonio storico di Bonzanigo, ammirando da vicino i palazzi Brentano e Rosati, nonché altre opere d’arte situate nella zona.

Cosa visitare nei dintorni di Bonzanigo

  • Lago di Como: Se Bonzanigo si trova nelle vicinanze, una gita al Lago di Como non può mancare. I visitatori possono godere di splendide vedute del lago, esplorare villaggi pittoreschi e praticare attività acquatiche.
  • Città di Como: A poca distanza, la città di Como offre attrazioni storiche, culturali e shopping. Il Duomo di Como, la funicolare per Brunate e il Tempio Voltiano sono solo alcune delle mete imperdibili.
  • Ville e Giardini: La regione attorno a Como è famosa per le sue magnifiche ville con giardini affacciati sul lago, come Villa Carlotta e Villa del Balbianello, aperte al pubblico e spesso sede di eventi culturali.
  • Escursioni in Montagna: Per gli amanti della montagna, i dintorni offrono possibilità di escursioni nelle Prealpi Lombarde, con sentieri di varie difficoltà che regalano panorami mozzafiato.

Mappa di Bonzanigo

Come arrivare a Bonzanigo da Como in macchina

Per raggiungere Bonzanigo da Como, prendere la strada statale SS340 in direzione nord e seguire le indicazioni per il borgo. Il viaggio in macchina offre la possibilità di ammirare il bel panorama del Lago di Como e delle montagne circostanti.

Curiosità su Bonzanigo

Una leggenda (che in pochi conoscono) locale narra di un passaggio segreto sotterraneo che collegava una chiesa dei borgo ad un antico castello ormai scomparso, utilizzato nei secoli come via di fuga durante le invasioni.
Bonzanigo è anche famoso per la sua festa patronale di San Giovanni, che si celebra ogni anno con musica, danze e piatti tradizionali.

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.