Tutti conosciamo le bellezze artistiche di Roma, la sua storia millenaria, gli esempi di arte che si possono incontrare anche semplicemente passeggiando per le vie del centro tra i palazzi, antiche dimore di famiglie prestigiose. Sapevate, però, che Roma nasconde anche un vero e proprio “giardino delle meraviglie”? Vediamo insieme dove si trova e qual è il momento dell’anno migliore per poterlo visitare. 

Sicuramente sarete stati almeno una volta nella vita a Roma e avrete visto le bellezze architettoniche e artistiche che questa città sa regalare. Roma, però, nasconde anche dei paradisi naturali in cui si può immergere, dimenticandosi almeno per qualche momento della frenesia che si vive quotidianamente e provando ad entrare in contatto con la natura più profonda.

In particolare, c’è un giardino bellissimo che bisogna assolutamente visitare e che può essere considerato come un vero e proprio “giardino delle meraviglie”. Avete già capito di cosa stiamo parlando oppure è la prima volta che lo sentite nominare? Vediamo insieme dove si trova e quando è il migliore momento per poterlo visitare.

Villa Doria Pamphili: la residenza storica

Tra le dimore storiche della città di Roma c’è anche Villa Doria Pamphili, una residenza che venne progettata intorno al ‘600 da Algardi e Grimaldi. Inizialmente la sua destinazione era stata quella di dimora di campagna per la famiglia Doria Pamphili, che ne fece una residenza partendo da un appezzamento di terra dove erano state piantate diverse vigne. Espropriata nel ‘900, ad oggi ospita il terzo giardino pubblico di Roma per ordine di grandezza.

Villa Doria Pamphili: il giardino delle meraviglie

Il giardino di Villa Doria Pamphili non viene definito a caso come “giardino delle meraviglie”. Si estende per circa 180 ettari: percorrendo tutta l’ampia area si possono trovare fontane, cascate, tante tipologie di alberi, piccoli laghetti, ma non solo. Anche per favorire l’afflusso di turisti, affascinanti da questa antica dimora, sono stati creati ben tre percorsi che consentono di ammirare il parco in tutta la sua bellezza.

Inoltre, sono presenti aree dedicate ai bambini, con giochi appositi, e un punto ristoro, per chi sceglie di fermarsi per un pic-nic nella natura.