Se siete pronti per staccare da tutto e da tutti e godervi una giornata in luogo quasi fiabesco, allora il borgo di Mombaldone è quello che stavate cercando: scopriamo questo piccolo paesino di soli 200 abitanti

Se la vita di tutti i giorni continua ad essere frenetica, se il lavoro vi assorbe troppe energie e desiderate prendervi una pausa anche se solo per qualche ora o una giornata, allora il borgo di Mombaldone è quello che potrebbe fare per voi. Scopriamo insieme questo piccolo borgo

Ci troviamo nella Langa Astigiana in un borgo entrato per diritto nell’elenco dei Borghi Più Belli d’Italia: al confine tra Piemonte e Liguria potremo godere di questo bellissimo luogo dove riscoprire una dimensione a misura d’uomo e godere di una bellezza lontana nel tempo

Da qui, il borgo arroccato ancora non si ammira in tutto il suo splendore ma già si scorge, con occhio attento, salendo lungo la strada che lo collega a valle.

Cosa visitare e fare a Mombaldone

(Foto via Tripadvisor)

Il borgo non regala affreschi di un qualche pittore rinascimentale e neppure monumenti celebri per aver segnato il mondo dell’arte: se scegliete di visitare Mombaldone lo dovrete fare per l’atmosfera quasi magica che potrete respirare lungo i suoi vicoli, le sue strade, le sue piazze, scoprendo scorci emozionanti e respirando emozioni forse ormai dimenticate

La prima cosa che potrete fare arrivati a Mombaldone sarà quella di godersi la quiete della Passeggiata degli Orti: un parco con panchine e tanto verde vi accoglierà per farvi rilassare, quasi a consigliarvi di cambiare mood e capire che dentro le mura di Mombaldone la vita frenetica delle metropoli non potrà mai entrare e che se pensi di vivere questo luogo in questo modo ti trovi proprio nel posto sbagliato.

E ora entriamo nel borgo medievale

Dopo questa prima sosta ecco arrivare all’ingresso del borgo di Mombaldone: una strada maestra procede lungo il centro storico diramandosi in tanti piccoli vicoli che partono da essa, regalando angoli splendidi e suggestivo.
Durante la vostra passeggiata impossibile non ammirare la Palazzo della Fortezza, divenuto ormai un ristorante: superiamo la porta e procediamo scoprendo edifici di epoca medievale e rinascimentali ancora ben conservati che potranno suscitare in voi, con un po’ di immaginazione, ciò che poteva essere questo luogo 500 anni fa.

Il castello di Mombaldone: i ruderi da visitare

Del possente castello costruito tra il XIII ed il XIV secolo purtroppo rimane gran poco: nel 1637 fu demolito quasi totalmente ad eccezione della torre dalla pianta quadrata che conferma la presenza di una fortezza e della sua struttura davvero possente.
Per visitare i ruderi dovremo attraversare la piazza del borgo antico di Mombaldone e dirigersi al confine tra la città e l’inizio della campagna,