Top

Tra Umbria e Lazio un viaggio tra castelli e pozzi profondissimi

In cerca di idee per una gita fuori porta anche di una sola giornata? Umbria e Lazio offrono la possibilità di percorrere un itinerario immerso nella natura e nella storia, con tre tappe vicine, che possono essere percorse in poco tempo ma che regalano un’esperienza immersiva indimenticabile. Vediamo insieme i dettagli di questo percorso! 

Spesso nel weekend si è in cerca di un itinerario semplice, da fare in coppia oppure in famiglia, che possa portare alla scoperta di posti fuori dal comune. Se questo è quello che state cercando, allora dovete sicuramente provare a percorrere un itinerario – composto da tre tappe – che si snoda tra l’Umbria e il Lazio.

Si tratta di un percorso che può essere fatto anche in una sola giornata – perfetto quindi per una gita fuori porta di domenica – oppure in due giorni, se volete trascorrere un intero fine settimana lontani da casa. Natura e storia vi aspettano, con tre posti magici da immortalare!

Prima tappa: il pozzo di San Patrizio

La prima tappa di questo itinerario si trova ad Orvieto, in Umbria. Proprio nel centro della bellissima città umbra – dove non può mancare nemmeno una visita all’imponente Duomo in stile gotico – si trova il Pozzo di San Patrizio, costruito nel XVI secolo. Oggi i turisti possono visitarlo scendendo i 248 gradini che portano fino a 58 metri di profondità: un luogo affascinante e unico nel suo genere, da non perdere assolutamente!

Seconda tappa: il Castello Rocca Monaldeschi

Spostandosi verso il Lazio, ecco la seconda tappa del nostro itinerario: il Castello Rocca Monaldeschi di Bolsena, edificato tra l’XI e il XIV secolo, con diversi interventi nel corso degli anni, che l’hanno reso un simbolo della lotta tra famiglie guelfe e ghibelline, con lunghe battaglie per contendersi il suo possesso.

Ad oggi rappresenta una struttura imponente dal punto di vista architettonico, in quanto il Castello Rocca Monaldeschi gode di una posizione perfetta, dominando il Lago di Bolsena dall’altura di una collina. Oltre alle torri medievali e alle mura di difesa, la struttura ospita anche il Museo Territoriale del Lago di Bolsena – con reperti e testimonianze della storia di questo luogo.

Terza tappa: il Parco  Archeologico Naturalistico di Turona

A pochi passi da Bolsena, infine, ecco la terza tappa di questo itinerario tra Umbria e Lazio. Si tratta di un luogo poco conosciuto, ma imperdibile: il Parco  Archeologico Naturalistico di Turona, immerso nella natura dei Monti Volsini e circondato da corsi d’acqua, ospita un’antica area sepolcrale e mulini che sono stati costruiti intorno al XIV secolo.