Top

Un borgo a Piacenza con un castello misterioso: il suo fantasma desidera solo gioielli

L’Emilia Romagna continua a regalare vere e proprie perle: vicino a Piacenza c’è un borgo con un castello che nasconde una leggenda di un fantasma misterioso. Una donna tradita dal suo amore vagherebbe per le stanze del castello: per placare la sua anima furiosa i visitatori sono costretti a fare una cosa stranissima

Vivere per un giorno il borgo di Grazzano Visconti è un’esperienza difficile da descrivere a parola: trascorrere qualche ora all’interno del borgo medievale, sarà come partire per un viaggio nel tempo che ci porterà in un passato bellissimo ricco di storie, emozioni e leggende da raccontare anche ai nostri bambini.

Ci troviamo a soli 12km da Piacenza, esattamente a sud della città tra le campagne che hanno reso questa terra ricca di tradizioni e storia: il borgo Grazzano Visconti nasce in questo luogo da un’idea di Giuseppe Visconti di Modrone, un progetto voluto per dar vita ad un borgo medievale autentico, il tutto arricchito da un parco e una serie di botteghe di artigiani, oltre ad un castello.

Il borgo di Grazzano Visconti: la storia e cosa visitare

Il borgo nasce dalle fondamenta (e non solo) dell’antico borgo originale del XII° secolo: oggi i visitatori vengono accolti da un luogo fantastico dove poter ammirare vicoli, vie, piazze, chiese e botteghe di artigiani come se fossero catapultati nel 1200.
Tante le cose da visitare come la Chiesa dei Santi Cosma e Damiano (l’edificio più antico di tutto il borgo), anche il Parco con le sue fontane e le sue statue decorative merita una visita, passando per il “Butterfly Heaven” e infine la vera star del borgo, il castello di Grazzano Visconti.

Il castello di Grazzano Visconti e la leggenda del fantasma di Aloisa

Ma un castello senza leggenda che castello è? E così anche il castello di Grazzano Visconti nasconde una leggenda misteriosa e molto particolare: da decenni ormai gli abitanti affermano che lo spirito irrequieto di Aloisa si muova di notte tra le mura della fortezza. La donna morì di crepacuore per le tante sofferenze che il marito infedele gli fece patire: ora la sua anima, infesta le mura del castello, mostrandosi ai visitatori non con voci o rumori strani, ma con dispetti fastidiosi a tutti coloro che non renderanno omaggio alla sua anima.
In che modo? Per capire cosa desidera il fantasma di Aloisa, basterà recarsi nel borgo e osservare la sua statua: su di lei decine di gioielli sono stati donati per placare la sua rabbia.
Non vi resta che omaggiare la dama…a meno che non vogliate subire uno dei suoi famosi dispetti,

Il museo dele cere e il museo delle torture a Grazzano Visconti

A rendere la vostra visita ancor più interessante due musei da scoprire: il primo è il museo delle cere, un museo che non sarà di certo quello di Madame Tussauds, ma dedicarci qualche minuto sarà piacevole. Al suo interno potremo trovare personaggi come Adolf Hitler, dame, cavalieri e personaggi storici ricreati.
Il secondo è il museo delle torture: un classico museo dove scoprire (per l’ennesima volta) le terribili pene che dovevano subire i condannati a morte o coloro che venivano accusati di stregoneria.

Biglietti per visitare Grazzano Visconti

Per accedere al borgo e visitarne le meraviglie è necessario acquistare un biglietto, anche online: questi i prezzi

  • Prezzo intero 16 euro
  • Prezzo ridotto (dai 6 ai 16 anni) 8 euro
  • Sito ufficiale www.grazzanovisconti.com

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.