Se vi dicessimo mare da favola, deliziose cipolle rosse e nduja, a cosa pensereste? Avete capito bene, oggi vi portiamo in un bellissimo viaggio alla scoperta di Tropea, borgo calabrese a picco sul mare inserito tra I borghi più belli d’Italia, affascinante, antico, e pieno di segreti nascosti da esplorare!

Storia del borgo di Tropea

Il borgo di Tropea ha origini molto antiche, sono stati rinvenuti insediamenti di origine greca, ma è con i romani che la città acquisisce importanza con la costruzione di un grande porto commerciale. Anche in epoca bizantina fu un centro importante, e oggi ammiriamo ancora alcuni monumenti come le mura cittadine (chiamate appunto “mura di Belisario“). Venne poi conquistata dai Normanni che le diedero grande prosperità, così come il successivo dominio degli Aragonesi. 

Cosa vedere a Tropea

  • Cattedrale di Maria Santissima di Romania: venne edificata nel XII secolo dai Normanni, in stile romanico, ed è dedicata alla Vergine di Romania patrona della città.
  • Museo Civico del mare: si trova nell’antico convento delle Clarisse ed è stato istituito nel 2018. Espone splendidi fossili marini.
  • Chiesa della Michelizia: dedicata alla Madonna della Neve, si trova poco fuori il centro del paese e si riconosce subito per la sua particolare grande cupola rinascimentale.

Cosa visitare nei dintorni di Tropea

  • Capo Vaticano: questa bellissima spiaggia presenta delle scogliere, delle calette, un mare meraviglioso, luogo nascosti dove potete arrivare solo in barca. Insomma, un luogo da perdere la testa!
  • Chiesetta di Piedigrotta: luogo di culto scavato nelle rocce di tufo, in località “La Madonella”, a nord di Pizzo, è un luogo unico al mondo dove il tempo sembra sospeso!

Mappa di Tropea

Come arrivare a Tropea da Lamezia Terme

Una volta giunti a Lamezia con treni o aerei è possibile raggiungere Tropea in auto in circa un’ora tramite A2/E45 e SS522. Ci sono però anche molti treni regionali.

Curiosità su Tropea

Un prodotto unico che viene coltivato proprio qui a Tropea è la celebre cipolla rossa, coltivata qui da oltre duemila anni e arrivata per importazione dei Fenici. Il microclima di questa zona rimane stabile e non particolarmente freddo anche in inverno, e grazie a questo il sapore rimane molto dolce.

Cosa mangiare a Tropea

Cipolle Rosse di Tropea

Le cipolle rosse di Tropea sono famose in tutta Italia per il loro sapore dolce e delicato. Vengono utilizzate in una varietà di piatti, ma una delle preparazioni più amate è la cipolla rossa di Tropea in agrodolce. Questa deliziosa conserva è fatta con cipolle affettate, zucchero e aceto, e può essere servita come antipasto o contorno, spesso accompagnata da formaggi locali e pane.

Fileja con ‘Nduja

La Fileja è un tipo di pasta fresca tipica della Calabria, fatta a mano e dalla forma ricurva. Uno dei piatti più caratteristici di Tropea è la Fileja con ‘Nduja, un salame morbido e piccante. La pasta viene condita con ‘nduja, pomodori freschi, olio d’oliva e talvolta cipolla rossa di Tropea, creando un piatto ricco di sapore e leggermente piccante.

Pipi e Patate

Un piatto semplice ma gustoso, Pipi e Patate (Peperoni e Patate) è un classico della cucina calabrese. I peperoni e le patate vengono tagliati a pezzi e fritti insieme con olio d’oliva, aglio e, spesso, un tocco di peperoncino. Questo piatto può essere servito come contorno o come piatto principale leggero, ed è perfetto per assaporare i sapori genuini della Calabria.

Spaghetti con Bottarga di Tonno

Tropea, essendo una località costiera, offre anche piatti di mare eccezionali. Uno dei più rappresentativi è Spaghetti con Bottarga di Tonno. La bottarga, ottenuta dalle uova di tonno essiccate e salate, viene grattugiata sugli spaghetti e condita con olio d’oliva, aglio e prezzemolo. Il risultato è un piatto semplice ma straordinariamente saporito, che cattura l’essenza del mare.