Top

Un borgo che fu sede del podestà di Venezia, un luogo favoloso tra portici e Ville Venete

Nel cuore del Veneto, sorge un piccolo gioiello di storia e cultura: Portobuffolè. Questo incantevole borgo, situato a pochi chilometri da Treviso, è un autentico scrigno di meraviglie, dove il tempo sembra essersi fermato, preservando intatte le testimonianze di un passato ricco e variegato.

Dove si trova e come arrivare a Portobuffolè

Situato a nord-est di Treviso, è possibile arrivar eal borgo percorrendo la strada provinciale che collega Treviso a Oderzo. Per chi viaggia in treno, la stazione più vicina è quella di Motta di Livenza, da cui si può proseguire con un breve tragitto in autobus.
La distanza che separa Treviso e Portobuffolè è di circa 50km che potrai percorrere in circa 45 minuti

La Storia di Portobuffolè

La storia di Portobuffolè inizia con l’antico insediamento di Settimo, sorto nel III secolo a.C. come villaggio rurale vicino al fiume Livenza. La sua prima menzione documentata risale al 997, in un contratto tra il vescovo di Ceneda e il doge di Venezia, che rivelava l’esistenza di un castello e di un porto fluviale.

Il Medioevo

Nel Medioevo, il castello di Portobuffolè divenne un importante centro strategico, passando sotto il controllo di varie autorità, tra cui i Carraresi e il patriarca di Aquileia. Nel 1166, entrò nell’orbita di Treviso e, dopo alterne vicende, fu ripreso dai vescovi di Ceneda. Nel 1307, il castello fu assegnato a Tolberto da Camino, marito di Gaia da Camino.

L’Era Veneziana del borgo

Il 1339 segnò l’ingresso di Portobuffolè nella Repubblica di Venezia. Dopo aver superato il periodo della guerra di Chioggia, il borgo conobbe un’età d’oro come sede di una podesteria, dotandosi di un Consiglio Civico e di un Ordine dei Nobili. Divenne un rinomato centro commerciale e culturale, consolidando la sua importanza nella regione.

Cosa visitare nel borgo

  • Il Centro Storico un dedalo di stradine lastricate e case colorate che conducono alla piazza principale, cuore pulsante del borgo.
  • La Casa di Gaia da Camino: residenza della nobildonna Gaia da Camino, figura storica di spicco e musa ispiratrice del poeta Dante Alighieri.
  • La Torre Civica: simbolo della città, offre una vista mozzafiato sulle circostanti campagne venete.
  • La Chiesa di San Rocco: un gioiello di arte sacra che custodisce affreschi e opere d’arte di notevole valore.
  • Le ville Venete: due ville splendide come  Villa Cellini e Villa Turon

Cosa vedere vicino a Portobuffolè

  • Oderzo: un’antica città romana ricca di reperti archeologici e musei.
  • Treviso: famosa per i suoi canali e le sue mura medievali, offre un mix perfetto di storia, arte e gastronomia.
  • La via del prosecco: un viaggio enogastronomico per assaporare un’eccellenza del nostro paese

Portobuffolè è una destinazione che merita di essere scoperta, un luogo dove storia, cultura e leggende si intrecciano creando un’atmosfera unica e indimenticabile. Un viaggio a Portobuffolè è un’esperienza che arricchisce, un tuffo in un passato che continua a vivere nel presente.

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.