Top

Un borgo dove mistero e Massoni di fondono nel cuore della Valle Cervo in Piemonte

Nella zona dell’alta Valle cervo si trova un bellissimo borgo di appena 93 abitanti che viene chiamato da molti il borgo più misterioso d’Italia. Siamo in provincia di Biella e il borgo di cui vi stiamo parlando si chiama Rosazza: scopriamo di più su questo luogo affascinante.

Rosazza: ecco le origini del “borgo più misterioso d’Italia”

Questo piccolo e misterioso borgo sorge in provincia di Biella, nella zona dell‘Alta Valle Cervo deve il suo nome a Federico Rosazza, senatore del regno e gran maestro della massoneria locale.
Federico costruì in tutta la Valle Cervo molte opere architettoniche, artistiche e scultore legati al mondo della massoneria e al mondo dell’occulto e proprio per il suo interesse per l’esoterismo questo luogo venne chiamato con sempre più frequenza il “Comune più misterioso d’Italia”.

Rosazza: cosa vedere nel borgo

Il senatore costruì in questo luogo uno splendido castello, il castello di Rosazza, che veniva utilizzato come residenza estiva dallo stesso. Questo affascinante edificio presenta numerosi riferimenti al mondo dell’esoterismo ed è circondato da un grande giardino ispirato all’arte etrusca. Nel centro del paese si può anche ammirare lo splendido palazzo comunale, nel quale Rosazza teneva le sue riunioni massoniche.

Lungo tutte le vie del centro si possono osservare numerose rose scolpite, simbolo dell’ordine massonico e molti altri elementi che rimandano a questo mondo; da vedere è anche il cimitero monumentale che si può raggiungere tramite un ponte di pietra che lo collega al paese e la casa museo di Rosazza.

Rosazza: come arrivare al borgo in provincia di Biella

Per raggiungere questo splendido luogo ci sono diverse possibilità. Per chi parte da Milano in auto vanno percorsi circa 120 km, dunque calcolate un viaggio di un’ora e mezza. In alternativa è possibile anche arrivare in treno o in autobus.

Invece che arriva da Torino dovrà prendere la A4 e viaggiare per circa 94 km passando per Biella e raggiungendo il borgo in un’ora e 45 minuti circa, ma almeno godrete della comodità dell’autostrada. Infine da Biella, meta raggiungibile facilmente in treno o in auto potete prendere un taxi, arrivare con la vostra auto o l’autobus di linea numero 340.

Giovanna Caletti Con un'anima inquieta e una passione innata per l'avventura, Giovanna Caletti è un'autentica esperta di viaggi e un'affermata autrice, i cui consigli hanno ispirato innumerevoli famiglie a esplorare il mondo insieme. Giovanna si è dedicata a condividere itinerari unici e destinazioni affascinanti attraverso i suoi articoli per PiccoliEsploratori.com. Le sue parole trasmettono un senso di meraviglia e scoperta che cattura l'immaginazione dei lettori di tutte le età. Attraverso le sue avventure, Giovanna incarna l'idea che i viaggi non sono solo spostamenti fisici, ma esperienze che arricchiscono la mente e il cuore.