Top

Un borgo immerso tra le colline del Chianti vittima nei secoli di dominazioni e saccheggi

La Toscana è una terra di incredibile bellezza, famosa in tutto il mondo per i suoi paesaggi mozzafiato, per i suoi borghi strepitosi, per la ricca storia e la secolare storia culinaria. Tra i suoi tesori più preziosi si annoverano piccoli borghi che sembrano sospesi nel tempo, dove la vita scorre lenta tra le vie acciottolate e le antiche mura raccontano storie di epoche passate.

Radda in Chianti è uno di questi gioielli, un borgo incastonato nel cuore del Chianti, che offre ai suoi visitatori un’esperienza unica, tra cultura, natura e tradizione.

Storia del borgo di Radda in Chianti

La zona di Radda in Chianti è stata abitata da oltre 4000 anni, come evidenziato dai ritrovamenti a Poggio la Croce, che includono un villaggio antico e numerosi reperti. Nonostante le poche evidenze, è probabile che vi fosse anche un insediamento etrusco. Con il declino dell’Impero romano, emersero piccoli borghi rurali.

Nel Medioevo, Radda vide l’istituzione della società feudale e divenne notevole grazie a un documento del 1002 in cui l’imperatore Ottone III confermava donazioni alla Badia Fiorentina. Nei secoli, Radda fu testimone di dominazioni varie e saccheggi, ma guadagnò importanza amministrativa come capoluogo della Lega del Chianti.

Dopo le guerre, nel XVII secolo, la produzione vinicola iniziò a prosperare. Tuttavia, Radda rimase isolata fino a un certo punto, anche dopo la visita del Granduca Pietro Leopoldo nel 1773, che portò a miglioramenti stradali.
Il legame con gli Asburgo-Lorena rimase forte, come dimostrato dal plebiscito del 1860 contro l’annessione alla Sardegna.

Cosa visitare a Radda in Chianti

Il borgo si gira idealmente a piedi, passeggiando tra le strette vie medievali. Imperdibili sono la Chiesa di San Niccolò, un esempio di architettura romanica, e il Palazzo del Podestà, che ospita ora il Museo del Chianti, dove scoprire la storia della produzione del vino nella regione.
Non meno affascinante è il camminamento medievale, da cui si può godere di una vista mozzafiato sulle colline circostanti, coperte di vigneti.

Cosa vedere nei dintorni del Borgo

I dintorni di Radda offrono numerose opportunità per esplorare la campagna toscana, con le sue strade circondate da filari di viti e ulivi.
A breve distanza, si possono visitare altre perle del Chianti come Castellina e Gaiole. Per gli amanti del vino, è d’obbligo una visita alle numerose cantine della zona, dove degustare alcuni tra i migliori vini italiani e scoprire i segreti della loro produzione.

Visita del borgo con famiglie

Radda in Chianti è una destinazione ideale anche per le famiglie, che qui possono godere di spazi aperti e attività all’aria aperta.
Le aziende agricole offrono spesso visite guidate e laboratori didattici, perfetti per intrattenere i più piccoli mentre gli adulti si godono una degustazione di vino.

Mappa del borgo di Radda in Chianti

Come arrivare a Radda in Chianti da Siena in auto

Partendo da Siena, Radda in Chianti si raggiunge in meno di un’ora, percorrendo la SR222, conosciuta anche come la strada del Chianti. Il viaggio in sé offre panorami suggestivi, tra colline ondulate e vigneti a perdita d’occhio, che fanno da preludio alla bellezza che vi attende a destinazione.

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.