Top

Un borgo in Calabria dove domina un affascinante castello normanno

Conta appena 400 abitanti, ed è un luogo rimasto in qualche modo sospeso nel tempo: stiamo parlando di Bova, piccolo ma splendido borgo calabrese, con un’architettura affascinante e splendidi paesaggi tutti da scoprire. In questo articolo vi portiamo alla sua scoperta!

Storia del borgo di Bova

Dal IX secolo il borgo subì tantissime invasioni da parte dei Saraceni, che arrivavano dall’Africa e dalla Spagna, e nei secoli seguenti da parte degli Arabi. In seguito il borgo fu dominato dai Normanni che imposero un regime feudale. Nel 1500 una peste gravissima colpì il borgo, così il paese fu isolato e vi fu una pesante carestia.

Nei secoli a venire le incursioni turche prima e poi un grave terremoto causarono al borgo notevoli danni, così come i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, che la colpirono pesantemente.

Cosa vedere a Bova

  • Concattedrale di Bova: concattedrale dell’arcidiocesi di Reggio Calabria-Bova, questa chiesa normanna spunta nel cuore del paese, ed è una delle più antiche della Calabria. Fu fondata nel I secolo da Santo Stefano di Nicea.
  • Resti del castello normanno: oggi dell’antico castello rimangono solo i resti, ma conservano una bella leggenda, secondo la quale, se una fanciulla avesse calpestato l’orma della regina, e il suo piede avesse combaciato perfettamente, avrebbe trovato un tesoro nascosto.
  • Locomotiva: l’antica locomotiva ancora conservata perfettamente ricorda tutti coloro che sono emigrati lasciando il paese.

Cosa vedere nei dintorni di Bova

  • Castello Ruffo di Scilla: il castello si erge proprio sulla “punta” della Calabria, a un passo dallo stretto di Messina, e ha origini antichissime, tanto che la prima costruzione risale al 493 aC.
  • Pentadattilo: questo splendido borgo a picco su una roccia che ha la forma proprio di una mano, vi lascerà senza parole.

La leggenda di Bova

La leggenda di Bova racconta le origini mitiche di questa cittadina situata nella regione italiana della Calabria. Secondo il mito, Bova fu fondata dalla regina greca Oichista. Per segnare la fondazione e lasciare un segno indelebile della sua presenza, la regina impresso la forma del suo piede sulla cima della rocca dove oggi si erge il Castello di Bova. Questo gesto simbolico non solo ha segnato l’inizio della cittadina ma ha anche sottolineato il legame profondo tra la regina e questo luogo, rendendo Bova un sito di grande importanza storica e culturale. Con il passare dei secoli, Bova è diventata nota per la sua bellezza, la sua ricca storia e le sue impressionanti architetture, guadagnandosi più volte un posto tra i dieci borghi più belli d’Italia.

Mappa di Bova

Come arrivare a Bova da Reggio Calabria

Per raggiungere il borgo di Bova da Reggio Calabria è necessario avere un’auto, il percorso è di circa un’ora tramite la Strada Statale 16 Jonica/E90.

Curiosità su Bova

La musica ha un ruolo molto importante per questa città, e la banda locale ha oltre 120 anni di storia ed è composta da oltre 40 strumenti musicali. Gli strumenti di Bova sono molto antichi e sono ormai “in via di estinzione”, trattandosi di strumenti musicali particolari e unici, legati al mondo agricolo e pastorale.

Giovanna Caletti Con un'anima inquieta e una passione innata per l'avventura, Giovanna Caletti è un'autentica esperta di viaggi e un'affermata autrice, i cui consigli hanno ispirato innumerevoli famiglie a esplorare il mondo insieme. Giovanna si è dedicata a condividere itinerari unici e destinazioni affascinanti attraverso i suoi articoli per PiccoliEsploratori.com. Le sue parole trasmettono un senso di meraviglia e scoperta che cattura l'immaginazione dei lettori di tutte le età. Attraverso le sue avventure, Giovanna incarna l'idea che i viaggi non sono solo spostamenti fisici, ma esperienze che arricchiscono la mente e il cuore.