Per le famiglie in cerca di avventura, questa meta è l’ideale: il borgo di Airole, in Liguria, è un concentrato di natura e paesaggi mozzafiato, con tantissimi percorsi e parchi avventura dove incamminarsi e vivere un momento di relax e magia tutti insieme.

Storia di Airole

Nel X secolo i conti di Ventimiglia conferirono il territorio di Airole ai monaci di Lerino, i quali si dedicarono alla coltivazione dell’ulivo, e costruirono frantoi e mulini ad acqua. Dal XIII al XIV secolo i monaci certosini realizzarono un grande deposito del sale.
Nel 1498 il parlamento della Magnifica Comunità di Ventimiglia donarono i territori a importanti famiglie dei paesi vicini. Il borgo continuò a crescere specie per quanto riguarda il settore dell’olivicoltura.

Dal 1973 al 30 aprile 2011 il borgo ha fatto parte della Comunità montana Intemelia, fino alla sua soppressione nel dicembre 2010.

Cosa vedere ad Airole

  • Le torri di avvistamento: i bambini ne saranno affascinati, tre bellissime torri di avvistamento del 1500 sorgono nel cuore del borgo. Sono la Torre del Vio, Torre delle Garbae e Torre d’Olivé.
  • Santuario di Nostra Signora delle Grazie: questo santuario mariano è situato su un promontorio bellissimo vicino al borgo dove sorgono bellissimi oliveti.

Cosa vedere nei dintorni di Airole

Foto via Tripadvisor

  • Rio Barbaira: in cerca di un luogo emozionante? Chiamata anche la gola della Barbaira, è un vallone che potete raggiungere con una camminata di 45 minuti. Potete percorrere la gola con una fune, il percorso è adatto dai 14 anni ed è davvero emozionante!

Mappa di Airole

Curiosità su Airole

Se amate le camminate non potete perdervi la “Marcia Internazionale della Val Roia” che si tiene a fine maggio tutti gli anni. Un percorso di 15 km lungo la strada del sale passando attraverso il valico di Fanghetto da Airole a Breil-sur-Roya e viceversa.

Cosa mangiare di tipico

La cucina ligure trova qui la sua migliore espressione con prodotti gastronomici unici come il ciuciulo: si tratta di un insaccato con sanguinaccio, erbe varie e cipolle.
Altro piatto tipico è la “pastà“, un dolce con nocciole, pinoli e mentine. Il piatto per eccellenza è il condiglione sulla brace: si tratta di una grigliata mista di verdure con il merluzzo.