Top

Un borgo in Liguria dove l’eco della stregoneria continua a farsi sentire: bellezza e magia nera

La Liguria, con il suo paesaggio costiero incantevole e l’entroterra ricco di storia, è disseminata di borghi antichi che raccontano secoli di cultura mediterranea. Tra questi, Triora si distingue come uno dei borghi più affascinanti e misteriosi, noto soprattutto per la sua leggenda legata alle streghe e per il suo patrimonio storico e culturale ben conservato.

Oggi vogliamo guidarvi alla scoperta del borgo di Triora, esplorando la sua storia, le principali attrazioni, i luoghi di interesse nei dintorni e fornendo utili consigli su come raggiungere il borgo e cosa non perdere durante la visita.

Storia del Borgo di Triora

Triora, conosciuta come il “Borgo delle Streghe“, è un’antica cittadina situata nelle Alpi Liguri, ricca di storia e avvolta in un’atmosfera unica. La sua origine risale al periodo pre-romano, ma fu nel Medioevo che Triora acquisì importanza strategica grazie alla sua posizione dominante lungo le vie di comunicazione tra il Piemonte e la Costa Ligure.

L’epoca delle Streghe

La fama di Triora è legata soprattutto ai processi per stregoneria che ebbero luogo alla fine del XVI secolo. Questi eventi tragici videro l’accusa e la condanna di numerose donne del luogo, ritenute responsabili di carestie e disastri naturali attraverso atti di magia nera. Il Museo Etnografico e della Stregoneria di Triora documenta in modo dettagliato questi episodi, offrendo ai visitatori un’immersione nel clima di superstizione e mistero che caratterizzava quell’epoca.

Sviluppi successivi

Nei secoli successivi, Triora ha mantenuto il suo aspetto medievale, con stretti vicoli, case in pietra e monumenti storici che ne fanno uno dei borghi più belli della Liguria. La sua economia, un tempo basata sull’agricoltura e sul commercio, oggi si avvale anche del turismo, attratto dalla bellezza del paesaggio e dalla ricchezza culturale del borgo.

Cosa vedere nel Borgo

  • Il Museo Etnografico e della Stregoneria: per conoscere la storia delle streghe di Triora e la cultura locale.
  • Il centro storico: un labirinto di vicoli medievali ben conservati, con archi, piazzette e case in pietra che offrono scorci suggestivi.
  • La Chiesa di San Bernardino: risalente al XV secolo, contiene opere d’arte di notevole interesse.
  • Il Convento di San Domenico: situato in posizione panoramica, offre una vista mozzafiato sulla valle.

Cosa visitare Vicino al Borgo

  • Il Parco Naturale Regionale delle Alpi Liguri: per gli amanti della natura, offre sentieri escursionistici con panorami spettacolari.
  • Il borgo di Molini di Triora: noto per i suoi antichi mulini e per le tradizionali produzioni di farina.
  • Pigna: un altro borgo affascinante della regione, famoso per le sue terme naturali.

Come arrivare a Triora partendo da Sanremo in auto

Da Sanremo, prendere la SS1 in direzione di Taggia, poi seguire le indicazioni per la SP548 in direzione di Triora. Il percorso si snoda attraverso la suggestiva valle Argentina, offrendo panorami mozzafiato. Il viaggio dura circa un’ora e mezza, a seconda delle condizioni del traffico.

Consigli per visitare il Borgo

  • Miglior periodo: Triora può essere visitata tutto l’anno, ma la primavera e l’autunno offrono il clima migliore e una natura spettacolare.
  • Calzature adeguate: essendo un borgo medievale con strade lastricate e in salita, si consiglia di indossare scarpe comode.
  • Eventi: informarsi sugli eventi locali, come la festa delle streghe in agosto, per vivere appieno l’atmosfera unica di Triora.

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.