Top

Un borgo in Puglia dove visitare la Sacra grotta, meta dei Crociati e saccheggiata dai Saraceni

Nel cuore del Parco Nazionale del Gargano in Puglia, sorge Monte Sant’Angelo, un borgo ricco di fascino e storia. Questa perla incastonata tra le verdi colline offre un tuffo in un passato ricco di spiritualità e tradizione, rendendola una meta imperdibile per i viaggiatori in cerca di autenticità.

Storia del borgo di Monte Sant’Angelo

Monte Sant’Angelo, con origini antecedenti al 1000 d.C., vanta una storia ricca e articolata. La leggenda narra di Elvio Emanuele, un ricco signore che ritrovò un suo toro perduto in una grotta, luogo di un evento miracoloso con una freccia che si ritorce contro di lui. Questo episodio spinse il vescovo di Siponto a dedicare la grotta al culto cristiano dopo un’apparizione dell’arcangelo Michele nel 490. Successivamente, nel VII secolo, i Longobardi la elessero a santuario nazionale.

Attaccato dai Saraceni e meta dei Crociati

Soggetta a saccheggi saraceni nell’871, la “Sacra Grotta” divenne poi meta dei crociati nell’XI secolo. Il centro urbano si sviluppò accanto alla grotta tra il 1086 e il 1105, diventando parte di un possedimento normanno. Nel 1177, Monte Sant’Angelo fu donato da Guglielmo II, re di Sicilia, alla moglie Giovanna d’Inghilterra, e nel 1401 ottenne il titolo di Città da papa Bonifacio IX. Nel 1466, entrò a far parte del Regno di Napoli sotto Federico I.

grotta sacra

(Foto via Wikipedia)

Il terremoto e la peste

Un terremoto nel 1646 causò distruzione e morti, seguito da un’epidemia di peste nel 1656, durante la quale si narra che l’arcangelo Michele apparve per dispensare guarigioni. L’incremento urbano dal 1700 modificò l’aspetto della città, che nell’Ottocento entrò a far parte del Regno d’Italia. Fino al 2010, Monte Sant’Angelo ospitò la Comunità Montana del Gargano e attualmente è sede dell’ARIF.

La città è stata visitata da numerosi santi, tra cui san Bernardo di Chiaravalle, santa Caterina da Siena, san Francesco d’Assisi e padre Pio da Pietrelcina, testimoniando la sua profonda impronta spirituale e religiosa.

Cosa vedere nel borgo di Monte Sant’Angelo

Monte Sant’Angelo offre una varietà di luoghi di interesse storico e culturale:

  • Il Santuario di San Michele Arcangelo: un sito UNESCO e luogo di pellegrinaggio sin dal Medioevo.
  • Il Castello di Monte Sant’Angelo: una fortezza che domina il paesaggio circostante.
  • Il Centro Storico: con i suoi vicoli stretti e case in pietra, un vero e proprio viaggio nel tempo.
  • La Chiesa di Santa Maria Maggiore: un esempio di architettura medievale con affreschi preziosi.
  • Il Museo delle Arti e Tradizioni Popolari: dove scoprire la cultura e le tradizioni locali.

Cosa visitare nei dintorni di Monte Sant’Angelo

I dintorni di Monte Sant’Angelo offrono diverse attrazioni:

  • Il Parco Nazionale del Gargano: con i suoi paesaggi mozzafiato e sentieri escursionistici.
  • La Foresta Umbra: un’area naturale ricca di biodiversità.
  • Le spiagge di Vieste e Peschici: per un tuffo nel mare cristallino del Gargano.
  • Le Grotte di Castellana: uno dei complessi speleologici più affascinanti d’Italia.

Come arrivare a Monte Sant’Angelo da Bari in automobile

Per raggiungere Monte Sant’Angelo da Bari:

  1. Prendi l’autostrada A14 in direzione nord.
  2. Prosegui sull’autostrada fino all’uscita per Foggia.
  3. Segui le indicazioni per il Gargano e poi per Monte Sant’Angelo.

Il viaggio dura circa 1 ora e 45 minuti, percorrendo circa 110 chilometri. Lungo la strada, potrai godere delle viste panoramiche del paesaggio pugliese.

Monte Sant’Angelo rappresenta un viaggio affascinante nella storia, nella cultura e nella spiritualità, immerso in uno dei paesaggi più belli d’Italia. Un luogo dove ogni pietra racconta storie di fede e tradizione, perfetto per chi cerca una destinazione ricca di significato e bellezza.

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.