Top

Un borgo in Toscana diventato una galleria d’arte di Murales da ammirare

Casoli,  piccolo borgo che potremo ammirare nella provincia di Lucca, si trova sulle colline sopra la Valle del Serchio, Casoli è noto per il suo ambiente sereno, per il suo patrimonio storico e le sue affascinanti case in pietra.
Questo borgo offre momento do puro relax tra le vie di un luogo che racconta molto della vita rurale toscana, lontano dal turismo di massa fatto di confusione e resse.

Storia di Casoli

Durante l’epoca altomedievale, gli abitanti di Cluviae, rifugiandosi da attacchi saraceni, fondarono Casoli su un colle vicino, costruendo intorno a una torre longobarda di avvistamento che in seguito divenne parte di un castello normanno. Il nome originario del villaggio era Casulae, che significa un agglomerato di piccole case.

Medioevo: formazione culturale e religiosa

Durante il Medioevo, Casoli vide la sua prima menzione documentata nel 878 come possedimento dell’abbazia di Montecassino. In questo periodo, il borgo fu testimone di numerosi sviluppi, inclusa l’arrivo di una comunità di monaci eremiti di rito greco-bizantino guidati da Sant’Ilarione da Calabria all’inizio del X secolo.
Questi monaci lasciarono un’impronta duratura nella regione, con santi come Nicola Greco e Falco che sono venerati ancora oggi.

Rinascimento e modernità

Nell’XI secolo, Casoli fu incorporata nella Contea di Manoppello e vide un susseguirsi di feudatari tra cui gli Orsini e i Colonna. Durante il Rinascimento e l’epoca moderna, il borgo continuò a svilupparsi sotto il dominio di varie famiglie nobili, culminando con i d’Aquino, principi di Caramanico, che nel 1650 ottennero l’elevazione a ducato della loro baronia.

Il Risorgimento e il XX Secolo

Il borgo giocò un ruolo attivo durante il Risorgimento, partecipando attivamente al plebiscito del 1860 per l’annessione al Regno d’Italia, con un solo voto contrario. Durante il primo Novecento, Casoli divenne un importante centro culturale, ospitando personalità come Francesco Paolo Michetti e Gabriele D’Annunzio. Fu anche durante questo periodo che il barone Pasquale Masciantonio promosse la creazione della linea ferroviaria Sangritana, che aiutò a superare l’isolamento del borgo.

Cosa visitare a Casoli

  • Castello di Casoli: Una rocca medievale che domina il borgo, offrendo viste panoramiche sulla valle circostante.
  • Chiesa di San Bartolomeo: Situata nel cuore del borgo, questa chiesa conserva opere d’arte e architettura religiosa tipica della regione.
  • Murales di Casoli: Casoli è famoso per i suoi murales che decorano le facciate delle case del borgo, opere realizzate da artisti locali e internazionali.
  • Sentieri escursionistici: Casoli è un ottimo punto di partenza per escursioni nelle colline e montagne circostanti, offrendo percorsi che variano per difficoltà.

(foto via Tripadvisor)

Cosa vedere nei dintorni di Casoli

  • Barga: Un bellissimo borgo medievale noto per il suo duomo e il festival annuale di jazz.
  • Grotta del Vento: Un sistema di grotte che offre tour guidati esplorando formazioni rocciose sotterranee e fenomeni geologici.
  • Parco dell’Orecchiella: Un parco naturale ideale per gli amanti del trekking, dell’osservazione della fauna selvatica e della fotografia.
  • Lago di Vagli: Questo lago artificiale è noto per il paese sommerso di Fabbriche di Careggine, che emerge durante gli svuotamenti periodici del lago.

Curiosità di Casoli

Casoli è particolarmente noto per i suoi murales, che hanno trasformato il borgo in una galleria d’arte a cielo aperto. Questa tradizione artistica ha inizio negli anni ’90 e continua a richiamare artisti da tutto il mondo, ciascuno dei quali lascia il proprio segno sulle mura del borgo, raccontando storie attraverso la propria arte.

Mappa di Casoli

Come arrivare a Casoli partendo da Firenze in auto

Per raggiungere Casoli partendo da Firenze:

  1. Prendere l’autostrada A11 in direzione nord verso Pisa Nord, poi seguire l’indicazione per Lucca.
  2. Proseguire sulla SS12 del Brennero in direzione di Abetone/Bagni di Lucca fino a Chifenti.
  3. A Chifenti, svoltare e seguire le indicazioni per la SP20 in direzione di Casoli.
  4. Il viaggio in auto dura circa 1 ora e 30 minuti, coprendo una distanza di circa 100 km.

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.