Top
Valle d’Aosta

Un borgo incredibile in Valle d’Aosta: perno della Via Francigena e dove dimorò anche Napoleone

Nel cuore della Valle d’Aosta, a circa 1280 metri sopra il livello del mare, si trova Étroubles, un borgo che offre un perfetto mix di storia, cultura e natura. Questo articolo esplora la ricca storia del borgo, le principali attrazioni da visitare, le escursioni nelle vicinanze, alcune curiosità affascinanti e infine, come raggiungere Étroubles partendo da Torino.

Storia del borgo di Étroubles

Origini Romane e Medioevali

Le origini di Étroubles si intrecciano con la storia della dominazione romana in Valle d’Aosta. Già nel 23 a.C., dopo la conquista dei Salassi, i Romani stabilirono qui una guarnigione invernale lungo l’antica Via delle Gallie, una delle principali vie di comunicazione che attraversava le Alpi per collegare l’Italia con il resto dell’Europa.
Questo percorso storico, che in seguito diventerà parte della celebre Via Francigena, ha visto il passaggio di armate, mercanti, pellegrini e personaggi illustri attraverso i secoli.

Nel 1050, la figura di San Bernardo di Aosta emerge con la fondazione dell’ospizio del Gran San Bernardo, punto di riferimento essenziale per viaggiatori e pellegrini che affrontavano il difficile passaggio alpino.

Étroubles nel Medioevo e oltre

Nel 1273, la famiglia Savoia riconobbe ufficialmente il ruolo degli abitanti di Étroubles e di Saint-Rhémy-en-Bosses come accompagnatori autorizzati per i viaggiatori che attraversavano il valico del Gran San Bernardo. Questi “marroniers”, antenati delle moderne guide alpine, furono fondamentali per l’economia locale fino alla fine del XIX secolo.

Il privilegio di guidare i viaggiatori terminò nel 1783, segnando un cambio significativo nella storia del borgo. Nonostante questo, Étroubles continuò a svolgere un ruolo chiave lungo la Via Francigena e nel 1317 vi fu fondato un ospizio per i pellegrini di passaggio.

(foto via Tripadvisor)

L’Era Moderna e l’impatto di Napoleone

Il 20 maggio 1800, Napoleone Bonaparte passò attraverso il Gran San Bernardo con il suo esercito, fermandosi a Étroubles. Questo evento è solo uno degli importanti momenti storici che il borgo ha ospitato.

Nel 1853, Étroubles divenne pioniera nella produzione lattiera con la fondazione della prima latteria sociale della Valle d’Aosta, un esempio di cooperazione agricola che ha influenzato lo sviluppo del settore in tutta la regione.

Dal XIX Secolo a Oggi

Verso la fine dell’800, Étroubles iniziò a trasformarsi in un luogo di villeggiatura, con l’apertura dei primi alberghi nel 1893, sottolineando il cambiamento del borgo da comunità agricola a destinazione turistica.

Cosa vedere nel Borgo di Étroubles

  • Chiesa di Sant’Ilario: Una chiesa in stile romanico con affreschi che risalgono al XII secolo.
  • Museo a Cielo Aperto: Un percorso artistico che trasforma il borgo in una galleria d’arte contemporanea con opere di artisti internazionali.
  • Centro storico: Caratterizzato da case in pietra e legno tipiche dell’architettura alpina.
  • Fontana di Saint-Oyen: Una storica fontana che rappresenta un punto di riferimento per i viandanti di un tempo.

Cosa visitare vicino a Étroubles

  • Aosta: La città principale della regione, con il suo ricco patrimonio romano e medievale.
  • Colle del Gran San Bernardo: Un passo storico e un luogo ideale per escursioni e attività all’aria aperta.
  • Giardino Botanico Alpino Chanousia: Uno dei giardini botanici più alti d’Europa, situato poco oltre il confine in Francia.

(foto via Tripadvisor)

Sentieri ed escursioni da fare vicino a Étroubles

  • Sentiero per il Rifugio di Champillon: Un’escursione che offre panorami mozzafiato delle montagne circostanti.
  • Percorso verso il Lago Fallère: Un sentiero che porta a uno dei laghi più suggestivi della regione.
  • Tour del Mont Velan: Per gli amanti dell’alta montagna, una scalata impegnativa ma ricca di soddisfazioni.

Curiosità su Étroubles

Una delle curiosità più interessanti di Étroubles è la sua capacità di fondere arte e natura attraverso il Museo a Cielo Aperto, che rende il borgo un vero e proprio palcoscenico artistico.
Inoltre, Étroubles è noto per la produzione di eccellenti formaggi locali, tra cui la Fontina DOP, che riflette la ricca tradizione culinaria valdostana.

Come arrivare a Étroubles partendo da Torino

Partendo da Torino, il modo più semplice per raggiungere Étroubles è percorrere l’autostrada A5 Torino-Aosta. Dopo aver lasciato l’autostrada ad Aosta, seguire la strada statale SS27 per circa 16 km in direzione del Gran San Bernardo fino a raggiungere il borgo. Il viaggio in auto dura circa un’ora e mezza.

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.