Top

Un borgo medievale in Toscana famoso per le terme romane e per il suo arco a “trabocchetto”

Nel cuore delle campagne toscane, a poca distanza dalla celebre città della torre, si trova un borgo che sembra essere sospeso nel tempo: stiamo parlando dell’incantevole borgo di Sasso Pisano, un luogo incantevole di cui vi portiamo oggi alla scoperta. Ecco cosa vedere a Sasso Pisano!

La storia di Sasso Pisano

Il borgo di Sasso Pisano è un luogo unico e senza tempo, che sorge arroccato su una collina nella provincia a sud di Pisa, in Toscana. Questo splendido paese trae le sue origini in epoca medievale, come testimonia l’architettura delle sue strade, le mura e le antiche case in pietra. Ma già prima dell’epoca medievale i romani e i longobardi si interessarono a questo luogo per via della sua posizione strategica, e così Sasso Pisano fu sempre oggetto di contese e battaglie.

Dalle origini a oggi

Sasso Pisano, un borgo immerso nella storia, vanta origini che risalgono al lontano 896. La sua economia e sviluppo storico sono stati significativamente influenzati dalle attività estrattive, particolarmente di minerali come allume, zolfo e vetriolo.
Durante il Medioevo, l’allume rivestiva un ruolo cruciale sia in medicina, usato come antiemorragico, sia in tintoria, come fissatore del colore, rendendolo un bene prezioso e molto conteso.

Nel corso dei secoli, Sasso Pisano è stato al centro di dispute territoriali. A partire dal 1204, il borgo fu oggetto di contese tra i Vescovi e il Comune di Volterra.

Queste tensioni culminarono nel 1472 con la “guerra delle allumiere“, un conflitto che vide Firenze intervenire e assumere il controllo definitivo della regione del Volterrano, consolidando la sua influenza su Sasso Pisano.

Nonostante le vicissitudini storiche e le trasformazioni architettoniche, Sasso Pisano ha conservato il carattere di rocca medievale. Il suo centro storico si articola attorno al castello, che domina la sommità del colle. Questa struttura fortificata, ancora imponente, testimonia l’importanza strategica del borgo nei secoli passati.
Un elemento distintivo dell’architettura medievale del borgo è l’arco a “trabocchetto”, una struttura così estesa da assomigliare a una galleria, situato all’ingresso del castello.

Queste caratteristiche rendono Sasso Pisano non solo un testimone della storia estrattiva e medievale della Toscana, ma anche un luogo affascinante che conserva le tracce del suo passato, attirando visitatori interessati alla storia e alla bellezza architettonica.

Cosa vedere e fare a Sasso Pisano

Senza dubbio l’autunno è il momento migliore dell’anno per visitare questo splendido borgo, quando è possibile osservare il magico fenomeno del foliage. Ma i turisti vengono principalmente in questa località per le sue celebri fonti termali, dove si può bagnarsi in acqua sempre calde e molto benefiche.
Fin dall’epoca romana queste acque sono famose per le loro proprietà curative per il corpo. Tutto intorno al paese toscano la natura cresce rigogliosa, ed è senza dubbio questo io luogo migliore per chi ha voglia di fare birdwacthing o anche solo concedersi una bella passeggiata nella natura.

  • Bagni di Sasso: una serie di pozze termali naturali dove si può fare il bagno circondati dalla natura.
  • Rocca Sillana: una fortezza medievale situata su una collina che offre una vista panoramica sulla zona circostante.
  • Parco delle fumarole: un’area geotermica dove si possono osservare fenomeni naturali come fumarole e soffioni boraciferi.
  • Chiesa di San Bartolomeo: una chiesa storica che risale al periodo medievale, con affreschi e opere d’arte all’interno.
  • Museo della geotermia: un museo dedicato alla storia e alla tecnologia dell’energia geotermica, tipica della regione.
  • Sentieri per trekking: percorsi immersi nella natura che circonda il paese, ideali per gli amanti delle camminate all’aria aperta.

(Foto via Wikipedia)

Curiosità su Sasso Pisano

Come abbiamo visto Sasso Pisano è un borgo con tante particolarità da scoprire, ecco un breve elenco sintetico:

  • Energia Geotermica: Sasso Pisano è uno dei pochi luoghi in Europa dove l’energia geotermica viene utilizzata sin dall’antichità. L’area è nota per le sue manifestazioni geotermiche naturali, come fumarole e soffioni boraciferi, che hanno reso possibile lo sfruttamento di questa energia rinnovabile.
  • Bagni Termali Naturali: il borgo è circondato da sorgenti termali naturali che sono state utilizzate fin dall’epoca romana. Queste acque sono apprezzate per le loro proprietà terapeutiche e sono una delle principali attrazioni turistiche della zona.
  • La “Guerra delle Allumiere”: Sasso Pisano fu al centro di un importante conflitto storico noto come la “guerra delle allumiere”. Questa guerra fu combattuta nel 1472 quando Firenze conquistò la regione per il controllo delle miniere di allume, un minerale prezioso per l’industria tessile e per usi medici.
  • Arco a Trabocchetto: all’ingresso del castello di Sasso Pisano si trova un’antica struttura architettonica conosciuta come l’arco a “trabocchetto”. Questo tipo di arco era progettato per essere una trappola o un difetto strutturale intenzionale per confondere o rallentare gli invasori o i visitatori indesiderati.

Mappa Sasso Pisano

Come arrivare a Sasso Pisano in auto da Pisa o Siena

(foto via Wikipedia)

In auto da Pisa

Partendo da Pisa si può arrivare a Sasso Pisano in circa un’ora e mezza tramite E80 o SR398.

In auto da Siena

Un’altra possibilità è quella di arrivare con la macchina ma partendo da Siena, in questo caso impiegherete circa un’ora e venti anche se i chilometri sono molto di meno, ma la strada è interna e meno rettilinea. La strada è la provinciale 73 bis.

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.