Top

Un borgo nel cuore della Sicilia dove visitare una fortezza Normanna e il ponte dei Saraceni

Nel cuore della Sicilia orientale, arroccato su una collina che domina la Valle dell’Alcantara, sorge Castiglione di Sicilia, uno dei borghi più affascinanti d’Italia. Questo gioiello siciliano offre un perfetto connubio di storia, cultura, paesaggi mozzafiato e delizie culinarie, rendendolo una meta imperdibile per chi visita la Sicilia.

La Storia di Castiglione di Sicilia

Gli scavi archeologici nella zona di San Nicola hanno portato alla luce resti di abitazioni, tombe e fortificazioni risalenti al neolitico e all’età del bronzo, svelando un passato in cui la valle dell’Alcantara era un crocevia di civiltà. Interessanti sono le grotte di Orgale, che ospitavano un villaggio preistorico, testimoniando l’antica presenza umana. La scoperta di un insediamento greco nel 710 a.C. conferma l’importanza strategica del luogo, che divenne poi un punto di riferimento per le successive dominazioni romane, bizantine e arabe.

Il Medioevo e l’Era dei Normanni

Il medioevo vide Castiglione, originariamente noto come Castel Leone, raggiungere il suo apice. Dopo la cacciata degli Arabi, i Normanni fortificarono il borgo con mura e torri di vedetta, come il Cannizzo. L’assegnazione del titolo di “Città Animosa” da parte di Federico II e gli eventi dei Vespri Siciliani confermano l’importanza strategica e storica di Castiglione nel tessuto medievale siciliano.

Dai secoli bui al Rinascimento

La storia di Castiglione è segnata da periodi di prosperità e decadenza. Dopo la perdita di rilevanza nel tardo medioevo, il borgo conobbe nuovi momenti di sviluppo tra il 1600 e il 1900, grazie alla fondazione di istituzioni come il Peculio, e alla nascita di ordini monastici che contribuirono alla vita sociale e culturale.

Il Novecento: guerre e la rinascita

Il XX secolo fu segnato da tragici eventi bellici, con Castiglione che pagò un alto tributo di sangue durante le due guerre mondiali. Nonostante questo, il borgo ha saputo rinnovarsi, diventando scenario di importanti eventi culturali fino agli anni ’80, segnando un’epoca di sviluppo e internazionalizzazione.

Le meraviglie da scoprire a Castiglione di Sicilia

Passeggiando per le strette vie del borgo, si possono ammirare monumenti e luoghi di interesse storico, tra cui:

  • Il Castello di Lauria: una fortezza normanna che offre una vista panoramica sulla valle sottostante.
  • La Chiesa di San Pietro: esempio di architettura religiosa con elementi risalenti al periodo normanno.
  • Il Ponte dei Saraceni: un antico ponte in pietra che attraversa il fiume Alcantara, testimone della presenza araba in zona.

Cosa visitare nei dintorni di Castiglione di Sicilia

Nei dintorni di Castiglione di Sicilia, la natura regna sovrana con attrazioni come:

  • Le Gole dell’Alcantara: un canyon naturale formato dall’erosione fluviale, ideale per escursioni e bagni rinfrescanti.
  • Il Parco dell’Etna: per gli amanti del trekking, una visita alle pendici del vulcano più alto d’Europa è d’obbligo, con percorsi che offrono panorami unici.

Come arrivare a Castiglione di Sicilia da Catania

Castiglione di Sicilia si trova a circa 60 km da Catania. Per raggiungerlo, prendere l’autostrada A18 direzione Messina, uscire a Fiumefreddo e seguire le indicazioni per il borgo attraverso la SS120, immersi in un paesaggio di vigneti e campi coltivati.

I sapori autentici di Castiglione di Sicilia

La cucina castiglionese riflette la ricchezza della tradizione siciliana, con piatti che spaziano dai maccheroni fatti in casa con sugo di maiale a specialità a base di funghi porcini locali.
Imperdibili i dolci, come la cassata siciliana e i cannoli, da gustare con un bicchiere di vino Etna DOC, orgoglio della produzione vitivinicola locale.

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.