Immerso nelle dolci colline delle Marche, Montelupone si propone come uno dei borghi più belli e conservati d’Italia, offrendo ai visitatori un autentico esperienza nella storia e nella cultura medievale. Oggi vogliamo guidarvi attraverso la storia di Montelupone, le principali attrazioni da visitare, alcune delle cose più belle da vedere vicino al borgo e scopriremo una curiosità unica di questo posto.

Storia di Montelupone

La storia di Montelupone, un incantevole borgo situato nelle Marche, è avvolta in un fascinoso mélange di leggende e fatti storici. Secondo alcune narrazioni, le sue origini sarebbero legate alla figura di un compagno di Ercole Libico. Quest’ultimo, dispersosi a causa di una tempesta nel Mare Adriatico, avrebbe dato vita, insieme ad altri, ai primordi di centri come Porto Recanati, Recanati, Potenza Picena e, appunto, Montelupone.

Fondato dalla famiglia romana dei Lippia?

Una diversa versione, invece, attribuisce la fondazione del borgo alla famiglia romana dei Lippia, i cui discendenti Lippo e Lupo avrebbero edificato le loro dimore in quest’area. Tale ipotesi trova riscontro nei ritrovamenti archeologici datati al VI secolo a.C., epoca della Civiltà Picena, testimoniando una presenza umana antecedente la costituzione del Comune.
Tra i reperti emersi, spiccano stele romane, resti di colonne, monete, scheletri, e le vestigia di antiche residenze e tombe.

Invasioni barbariche e l’Abbazia di San Firmano

Montelupone ha attraversato poi l’epoca delle invasioni barbariche, con Visigoti, Vandali e Ostrogoti che ne hanno segnato la storia. Il borgo, tuttavia, entrò sotto il controllo della Chiesa nel 729, testimoniando un’era di sviluppo culturale, soprattutto grazie all’influenza dell’Abbazia di San Firmano. Nonostante ciò, le faide tra guelfi e ghibellini infiammarono anche queste terre, con il monastero che rimase attivo fino al XV secolo.

Montelupone diventa comune

Diventato comune intorno al 1150, Montelupone si trovò presto al centro delle dinamiche politiche e territoriali della regione, alternando momenti di autonomia a periodi di dominazione da parte di varie famiglie e potenze, come i Doria, i Malatesta, e infine i Sforza. La sua storia è stata anche segnata da alleanze e rivolte, tra cui quella della Carboneria nel XIX secolo, che preannunciavano l’unificazione italiana.

La liberazione nel 1944 ad opera delle truppe polacche segnò l’inizio di una nuova era per Montelupone, che, nonostante le avversità, ha saputo conservare e valorizzare il suo ricco patrimonio storico e culturale.

Cosa visitare a Montelupone

All’interno delle mura, Montelupone conserva gelosamente un ricco patrimonio artistico e architettonico. Imperdibili sono:

  • Il centro storico: un labirinto di stradine lastricate che conducono a piazze con vista mozzafiato sulle colline circostanti.
  • La Chiesa di San Michele Arcangelo: un esemplare di architettura religiosa che custodisce opere d’arte di inestimabile valore.
  • Il Teatro Nicola Degli Angeli: piccolo gioiello del teatro settecentesco, ancora oggi palcoscenico di eventi culturali.
  • Le mura medievali: offrono una passeggiata suggestiva, con panorami che spaziano fino al mare Adriatico in lontananza.

Cosa vedere Vicino a Montelupone

Nei dintorni di Montelupone, il territorio marchigiano riserva altre perle da esplorare:

  • Recanati: famosa per essere la città natale di Giacomo Leopardi, con la casa del poeta e il Colle dell’Infinito.
  • Loreto: conosciuta per il Santuario della Santa Casa, uno dei più importanti luoghi di pellegrinaggio mariano al mondo.
  • Macerata: dove visitare la splendida Piazza della Libertà e l’arena Sferisterio, famosa per il suo festival lirico estivo.

Curiosità su Montelupone

Una delle curiosità più affascinanti di Montelupone è legata al Teatro Nicola Degli Angeli, considerato uno dei teatri storici più piccoli e meglio conservati d’Italia.
La sua acustica perfetta e l’intima atmosfera lo rendono un luogo magico per gli appassionati di teatro e musica.

Come arrivare a Montelupone da Ancona

Raggiungere Montelupone da Ancona è relativamente semplice. Dall’aeroporto di Ancona-Falconara o dalla stazione ferroviaria, si può prendere un autobus o un treno per Macerata e poi proseguire con un autobus locale fino a Montelupone.

In alternativa, per chi viaggia in auto, Montelupone si trova a circa 40 minuti di guida da Ancona, seguendo la SS77 e poi la SP571 direzione Montelupone.

Mappa di Montelupone