Top
Lombardia

Un borgo splendido nato da un’Abbazia a pochi chilometri da Milano

La Lombardia nasconde nella sua pianura tesori di inestimabile valore storico e culturale: i suoi borghi. Questi piccoli centri, custodi di tradizioni secolari e di paesaggi mozzafiato, offrono un contrasto sorprendente con la modernità delle metropoli. Tra questi, Morimondo emerge come un luogo bellissimo, un borgo che conserva l’essenza della storia medievale lombarda, situato nell’abbacinante campagna a sud-ovest di Milano.

Storia del borgo di Morimondo

Il borgo di Morimondo trae il suo nome dall’Abbazia cistercense, ispirata dall’omonima abbazia francese di Morimond. Quest’ultima, una delle quattro fondatrici dell’ordine cistercense, era guidata dalla filosofia “moritur mundus“, ovvero “morire alle cose del mondo“, che sottolinea la ricerca monastica di una vita di rinuncia.

Quando tutto ebbe inizio

La storia del borgo inizia nel 1134 con l’arrivo di dodici monaci guidati dall’abate Gualcherio dalla Borgogna, stabilendosi vicino al Ticino. Nel 1136, fondano l’Abbazia di Santa Maria di Morimondo, dedicandosi alla trasformazione agricola del territorio circostante. La costruzione della chiesa abbaziale parte nel 1182, ma si conclude solo nel 1296 a causa di diverse avversità.

La massima espansione

Il XIV secolo vede l’abbazia raggiungere la sua massima espansione, gestendo un vasto territorio ricco di risorse agricole. Tuttavia, dal 1450 inizia il suo declino, accentuato dalla gestione commendale del Vescovo di Milano e dalla soppressione della commenda da parte di Carlo Borromeo nel 1561, che porta alla creazione della parrocchia di Morimondo e al trasferimento delle proprietà monastiche all’Ospedale Maggiore di Milano.

L’abbazia venduta all’asta

Dopo un breve periodo di rinascita tra il 1648 e il 1652, la soppressione napoleonica del 1798 segna un duro colpo per l’abbazia, che viene venduta all’asta nel 1805. L’intervento del Comune di Morimondo nel 1982 avvia un importante recupero architettonico, conclusosi nel 2008, rinnovando l’importanza storica e spirituale dell’abbazia e del borgo.

Cosa visitare a Morimondo

  • L’Abbazia di Santa Maria di Morimondo: Fondamento storico e spirituale del borgo, l’abbazia è un gioiello dell’architettura cistercense, evoluta verso il gotico. Nata nel 1136, testimonia l’ingegnosità e la spiritualità dei monaci di Borgogna, impegnati nello sviluppo dell’agricoltura e nella cura del territorio. La sua facciata, emblematica dello stile lombardo, racchiude asimmetrie volute che celebrano l’unicità della creazione divina.
  • Il Coro Ligneo e le opere d’arte: All’interno dell’abbazia, il coro ligneo dietro l’altar maggiore, ornato di incisioni e tarsie certosine, invita alla contemplazione. Un crocifisso ligneo toscano e affreschi che narrano la devozione e l’arte sacra del XV secolo arricchiscono lo spazio sacro.
  • Il Chiostro e gli ambienti monastici: Il chiostro, cuore della vita comunitaria, è circondato da ambienti che raccontano la quotidiana dedizione al lavoro e alla preghiera. Lo scriptorium, la Sala del Capitolo, il locutorium e il refettorio sono testimoni dell’organizzazione e della spiritualità monastica.

Cosa vedere nei dintorni del borgo

Parco del Ticino

I dintorni di Morimondo offrono diverse possibilità di escursioni, tra cui la visita al Parco del Ticino, un’area naturale protetta che si estende lungo il corso del fiume omonimo, ideale per gli amanti del trekking e della bicicletta.

La Certosa di Pavia

Un’altra destinazione imperdibile è la Certosa di Pavia, capolavoro del Rinascimento italiano, situata a pochi chilometri di distanza.

La Cascina Fiorentina e il borgo di Fallavecchia

Nel Parco del Ticino, la cascina Fiorentina offre uno sguardo sulla vita agricola del passato, con il suo mulino e forno ancora visibili. Il borgo di Fallavecchia, con la sua osteria, chiesetta e stalle, evoca l’immagine di una comunità agricola vivace e operosa.

Come arrivare da Milano a Morimondo in auto

Raggiungere Morimondo da Milano in auto è davvero semplice, rendendo la visita a questo borgo medievale un’escursione ideale per una giornata. Partendo dal centro di Milano, si può prendere la strada statale SS 494 in direzione sud-ovest, seguendo le indicazioni per Vigevano e poi per Morimondo.

Il viaggio dura circa 45 minuti, a seconda del traffico, e permette di immergersi gradualmente nel paesaggio rurale lombardo, preparando il visitatore alla tranquillità e alla bellezza che caratterizzano Morimondo e i suoi dintorni.

Mappa di Morimondo

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.