Top

Un borgo tutto colorato a picco sul mare, meraviglia della Sardegna

Inserito a pieno titolo tra I Borghi più belli d’Italia, Castelsardo è un vero gioiello in provincia di Sassari, che sorge su un promontorio a picco sul mare. Con le sue tipiche casette colorate, è una vera perla da ammirare e scoprire da vicino: ecco cosa fare e cosa vedere a Castelsardo.

Storia di Castelsardo

Origini e Fondazione

Noto inizialmente come Castelgenovese, Castelsardo nasce con la caduta dell’Impero Romano. Fondato dai Doria nel 1102 o nel 1270, il castello divenne il fulcro attorno al quale si sviluppò la comunità, attirando insediamenti di corsi e liguri.

Dal Medioevo all’Era Moderna

Importante fortezza nelle lotte per il controllo della Sardegna, Castelsardo vide figure storiche come Eleonora D’Arborea e resistette fino al 1448, quando entrò a far parte del Regno di Sardegna aragonese.

Rinascimento e Controllo Sabaudia

Nel 1520, il borgo fu rinominato Castellaragonès e divenne sede vescovile. Con l’avvento dei Savoia nel 1767, mantenendo le insegne aragonesi, la città vide la costruzione della cattedrale di Sant’Antonio Abate.

Declino e Rinascita nel XX Secolo

Il XIX secolo portò un declino economico e culturale, aggravato dalla peste. La rinascita avvenne grazie all’emigrazione e al ritorno di capitali. Nel XX secolo, il borgo si è trasformato in una rinomata destinazione turistica, valorizzando il suo patrimonio storico.

Turismo e Cultura Oggi

Recentemente, Castelsardo ha rinnovato le sue infrastrutture turistiche e culturali, con la biblioteca e l’archivio storico trasferiti vicino al castello dei Doria, promuovendo un turismo di qualità che rispetta la sua ricca storia.

Cosa vedere a Castelsardo

  • Roccia dell’Elefante: si tratta di un grosso masso che ha proprio la forma di un elefante scavata naturalmente dagli agenti atmosferici.
  • Torre di Frigiano: questa torre costiera sarda, fu edificata nel XVI secolo a scopo difensivo dagli aragonesi, per difendere il prezioso porto locale.
  • Castello dei Doria: arroccato sul promontorio che domina il borgo, il castello fu fondato dalla famiglia Doria in epoca medievale. Oggi ospita il Museo dell’Intreccio Militare.

Cosa visitare nei dintorni di Castelsardo

  • Valledoria: questa cittadina attira ogni anno moltissimi turisti incantati dalle sue spiagge, ben curate. Il paesino offre ogni genere di servizi ed è perfetto per famiglie ma anche per i più giovani.
  • Triulintas: Si tratta di una famosa e bellissima cascata naturale che nasce dalla confluenza fra due fiumi: il Riu Triulintas e il Riu Iscanneddu. A lato ci sono i resti di un antico mulino ad acqua.

Mappa di Castelsardo

Come arrivare a Castelsardo da Sassari

Da Sassari si arriva a Castelsardo in auto in circa 42 minuti percorrendo la SP81 e la Strada Statale 200 dell’Anglona. Sono disponibili anche diversi autobus che arrivano in circa un’ora/un’ora e un quarto. 

Curiosità su Castelsardo

Durante la settimana santa a Castelsardo si celebra una vera e propria grande festa che risale a una tradizione secolare, nata in seno alla Confraternita di Santa Croce già nel XVI secolo. Molto noto è soprattutto l’evento del lunissanti, dove si svolge un pellegrinaggio verso la basilica di Tergu.

Giovanna Caletti Con un'anima inquieta e una passione innata per l'avventura, Giovanna Caletti è un'autentica esperta di viaggi e un'affermata autrice, i cui consigli hanno ispirato innumerevoli famiglie a esplorare il mondo insieme. Giovanna si è dedicata a condividere itinerari unici e destinazioni affascinanti attraverso i suoi articoli per PiccoliEsploratori.com. Le sue parole trasmettono un senso di meraviglia e scoperta che cattura l'immaginazione dei lettori di tutte le età. Attraverso le sue avventure, Giovanna incarna l'idea che i viaggi non sono solo spostamenti fisici, ma esperienze che arricchiscono la mente e il cuore.