Top

Un Borgo vicino a Siena meraviglioso dove vedere l’abbazia del Santo guerriero e la sua spada

Nel cuore della Toscana, terra di colline ondulate e vigneti, sorgono borghi antichi che raccontano storie di epoche passate. Tra questi, Chiusdino si distingue per il suo fascino unico, un piccolo gioiello incastonato nella natura rigogliosa, che sembra sospeso nel tempo.: questo borgo nasconde luoghi meraviliosi, chiese stupende e alcune leggende da scoprire di persona.

Storia del borgo di Chiusdino

Chiusdino, situato nella provincia di Siena, è un borgo medievale le cui origini si perdono nella notte dei tempi. Il suo nome deriva forse da “clausura”, indicando un luogo chiuso o protetto. La storia di Chiusdino è legata alle vicende dei monaci e dei signori feudali che ne hanno plasmato l’architettura e la cultura.

Origini Longobarde di cChiusdino

Le origini di Chiusdino risalgono probabilmente al periodo della dominazione longobarda in Toscana, tra il 568 e il 569 d.C. I Longobardi occuparono la zona compresa tra i fiumi Cecina ed Ombrone, inclusa l’area delle Colline Metallifere. Si presume che la fondazione di Chiusdino sia avvenuta poco dopo, in linea con la nuova organizzazione amministrativa dei territori conquistati dai Longobardi, caratterizzata dalla costituzione di unità militari dette Arimannie e dalla fondazione di fortificazioni note come clusae o clausurae.

Tracce longobarde nel borgo

Il nome stesso di Chiusdino, in latino Cluslinum, deriva da “clusa”, un termine legato alle origini longobarde. Anche la chiesa principale, dedicata a San Michele Arcangelo, testimonia l’influenza longobarda, frequente nei loro insediamenti.

Chiusdino sotto il regno di Carlo Magno

Dopo la conquista del Regnum Langobardorum da parte di Carlo Magno nel 773, e il nuovo assetto della Toscana, Chiusdino si trovò all’interno del comitatus di Volterra. Il castello di Chiusdino, situato nella vasta diocesi di Volterra, rappresentava un punto strategico importante in questo periodo.

Sviluppo medievale del Castello

Fino all’XI secolo, Chiusdino consisteva principalmente nel suo nucleo centrale fortificato, racchiuso da mura con una porta ancora esistente. Tra le costruzioni significative si annoverano la chiesa di San Michele Arcangelo e la chiesa di San Martino. Il castello, inizialmente modesto, si espanse tra la fine dell’XI e l’inizio del XII secolo, forse grazie allo sviluppo agricolo o alle miniere d’argento vicine, diventando oggetto di contesa tra il vescovo di Volterra e i conti della Gherardesca.

Cosa vedere a Chiusdino

Nel cuore di Chiusdino si erge la chiesa di San Michele, un esempio di architettura romanica toscana. Non meno affascinante è l’Abbazia di San Galgano, a pochi chilometri dal centro, famosa per la spada nella roccia e per le sue rovine evocative.

Passeggiando per le strade del borgo, si possono ammirare antiche case in pietra, piccole piazze e panorami mozzafiato sulla campagna circostante.

  • Abbazia di San Galgano: Uno dei monumenti più significativi della zona, famosa per la sua architettura gotica e la spada nella roccia.
  • Cappella di San Galgano a Montesiepi: Un sito storico importante dove è conservata la leggendaria spada di San Galgano.
  • Santuario della Madonna delle Grazie: Un luogo di culto di grande rilievo spirituale e artistico.
  • Propositura di San Michele Arcangelo: Una chiesa storica con notevoli opere d’arte.
  • Chiesa di San Martino: Un altro luogo di culto significativo nel borgo.

Altri luoghi da visitare

Tra le architetture civili, alcune meritano particolare attenzione:

  • Palazzo Taddei (XVI secolo): Sede del Museo civico e diocesano di arte sacra di San Galgano.
  • Mulino delle Pile: Famoso per gli spot pubblicitari del Mulino Bianco, è una curiosità da non perdere.

Per gli appassionati di storia, le seguenti architetture militari sono da esplorare:

  • Castello di Frosini: Un’imponente costruzione che testimonia il passato feudale della zona.
  • Castello di Miranduolo: Un’altra struttura storica che offre una finestra sul passato medievale della regione.

Cosa vedere vicino a Chiusdino

Nei dintorni di Chiusdino, la Toscana offre scorci stupendi e luoghi di interesse storico. La suggestiva città di Siena è a breve distanza, così come le terme di Petriolo, ideali per un momento di relax. Gli appassionati di natura e trekking possono esplorare i sentieri del Val di Merse, un’area ricca di bellezze naturali e biodiversità.

Curiosità sul borgo di Chiusdino

Una delle leggende più affascinanti di Chiusdino riguarda la figura di San Galgano, che secondo la tradizione infisse la sua spada nella roccia in segno di pace. La spada, ancora oggi visibile all’Abbazia, attira visitatori da tutto il mondo. Inoltre, il borgo conserva tantissime le tradizioni culinarie toscane, con piatti tipici e vini locali che deliziano il palato.

Come arrivare a Chiusdino da firenze

Per raggiungere Chiusdino da Firenze, si può percorrere l’autostrada A1 fino a Siena, proseguendo poi sulla SS73 e sulla SP73. Il viaggio, attraverso il cuore della Toscana, offre viste panoramiche e scorci suggestivi, rendendo il tragitto un’esperienza piacevole e rilassante.

Chiusdino, con la sua storia, la sua architettura e il suo contesto naturale, rappresenta una meta ideale per chi cerca una fuga dalla frenesia della vita moderna, offrendo un tuffo in un passato ricco e affascinante.

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.