Top

Un bosco quasi incantato nelle Marche per vivere un foliage strepitoso

Le Marche sono molto conosciute per la costa e per il mare, ma anche l’Appennino riesce ad offrire dei paesaggi mozzafiato. Non tutti sanno che, inoltrandosi sul Monte Carpegna, si può arrivare a visitare uno dei boschi più “magici” delle Marche. Se siete appassionati di escursioni potrebbe essere proprio l’esperienza che fa per voi! 

Ai piedi del Monte Carpegna sorge uno dei luoghi più suggestivi delle Marche. Si tratta di un bosco “magico”, che può essere un’ottima attrazione per coloro che sono appassionati di escursioni e che cercano il contatto ravvicinato con la natura. Raggiungerlo non è semplicissimo, ma se siete disposti a mettervi lo zaino in spalla e ad armarvi di buona volontà, quello che troverete al termine del cammino saprà sicuramente ripagarvi!

Il bosco di Pianacquadio

Il bosco di Pianacquadio, che si trova proprio ai piedi del Monte Carpegna, è “magico” innanzitutto per la presenza dei faggi, che la fanno sicuramente da padroni in questo territorio. Ecco perché il periodo migliore per visitarlo è quello dell’autunno, con i bellissimi colori del foliage, oppure quello della primavera, con le fioriture della primula, del croco, della scilla e di tante altre specie che vi si trovano.

Il sentiero da percorrere tra i faggi

Per poter raggiungere e attraversare il bosco di Pianacquadio, si può percorrere uno dei sentieri del CAI, lasciando la propria macchina presso il cimitero di Villagrande. Da qui in avanti si prosegue immergendosi completamente nella natura circostante, prima attraversando i prati caratteristici del Monte Palazzolo e poi continuando a salire per mezzo di un sentiero che a tratti appare anche dissestato, ma che porta al bosco di Pianacquadio, tra i faggi che lo rendono così speciale.

Come raggiungere il bosco di Pianacquadio

Arrivati in cima al Monte Palazzolo, e dopo aver ammirato il panorama circostante, ecco che il sentiero comincia a scendere, passando per l’Eremo della Madonna del Faggio. Procedendo in questa direzione sono tante le meraviglie che si possono vedere, a partire dai fossili che raccontano di gallerie che sono state scavate dagli animali che abitano queste zone.

Le ultime tappe prima di arrivare al bosco di Pianacquadio sono un punto panoramico che consente di vedere Valmarecchia e poi, a pochi passi ormai dal borgo più magico delle Marche, ecco il Passo del Trabocchetto.