Top

Un castello bellissimo in stile quasi Disney vicino a Bologna: la rinascita di una favola

L’Emilia-Romagna, terra di intense sfumature culturali e paesaggistiche, custodisce tra le sue verdi colline e le vivaci città d’arte, un patrimonio castellano tra i più affascinanti d’Italia. Dai fasti rinascimentali dei manieri ferraresi ai baluardi medievali che punteggiano la provincia di Parma e Piacenza, ogni castello racconta storie di nobili casate, intrighi cortigiani e antiche leggende. Tra queste meraviglie, spicca Rocchetta Mattei, un gioiello architettonico che sorge nell’incantevole cornice dell’Appennino Bolognese, testimoniando l’unicità e la ricchezza del patrimonio emiliano.

Storia di Rocchetta Mattei

La genesi di Rocchetta Mattei si intreccia con le vicende storiche di luoghi e personaggi che hanno segnato il Medioevo e il Rinascimento italiano. Sulle rovine di una fortezza medievale, un tempo appannaggio di imperatori e contesse, nel 1850 Cesare Mattei pose la prima pietra di quello che sarebbe diventato un castello senza eguali.
Concepita come dimora e simbolo di potere, Rocchetta Mattei attraversò fasi di splendore e decadenza, ospitando nobili, sovrani e scienziati, tra cui Ludovico III di Baviera e lo zar Alessandro II.

Dall’Abbandono alla Rinascita

Dopo gli eventi bellici della seconda guerra mondiale che ne compromisero la struttura, Rocchetta Mattei conobbe anni di oblio, fino all’acquisto da parte di Primo Stefanelli nel 1959, che ne avviò la trasformazione in un luogo di accoglienza e cultura. Nonostante la morte di Stefanelli e un periodo di chiusura, l’impegno della comunità e il sostegno della Fondazione della Cassa di Risparmio di Bologna hanno permesso un accurato restauro, culminato con la riapertura al pubblico nel 2015.

(Foto via Tripadvisor)

Un Viaggio Attraverso le Epoche

Oggi Rocchetta Mattei si offre ai visitatori come un museo vivente, dove ogni pietra, ogni stanza racconta una storia. Dall’imponente Cortile dei Leoni, cuore pulsante del castello, alle sale che un tempo furono scenario di trattamenti elettromeopatici innovativi, la Rocchetta è un crocevia di arte, storia e scienza. Il parco adiacente, un tempo riservato alla caccia, oggi è un’oasi di pace che invita alla scoperta e al relax.

Cosa visitare al suo Interno

Varcare la soglia di Rocchetta Mattei significa immergersi in un mondo dove la fantasia architettonica non conosce confini. Tra gli spazi più suggestivi da esplorare vi sono la Cappella Espiatoria, con i suoi raffinati decori neogotici, e il Salone dei Mori, caratterizzato da un incredibile soffitto a cassettoni che racconta le avventure orientaliste del Conte.

Non meno affascinanti sono la Sala delle Armi, la Biblioteca e le numerose stanze segrete, ciascuna con la propria storia e mistero.

Cosa Vedere nei paraggi di Rocchetta Mattei

L’area circostante la Rocchetta Mattei offre numerosi spunti per escursioni e scoperte. A breve distanza si trova il Parco Regionale dei Laghi di Suviana e Brasimone, ideale per gli amanti della natura e delle attività all’aperto. Per gli appassionati di storia, un visita al borgo medievale di Castel di Casio o alla Pieve di Santa Maria Assunta a Capugnano permetterà di approfondire la conoscenza del territorio e delle sue tradizioni.

Consigli per una visita in Famiglia

Rocchetta Mattei è un luogo che incanta visitatori di tutte le età, rendendosi perfetta per una gita in famiglia. Per i più piccoli, la visita si trasforma in un’avventura alla scoperta di torri segrete e stanze nascoste, mentre gli adulti possono apprezzare il valore storico e artistico del complesso. Si consiglia di partecipare alle visite guidate organizzate, per non perdere nessun dettaglio di questo incredibile castello.

(Foto via Tripadvisor)

Visitare Rocchetta Mattei: biglietti e calendario

Per pianificare una visita a Rocchetta Mattei, è essenziale consultare il calendario delle aperture per scegliere il giorno che meglio si adatta alle proprie esigenze. Questo può essere fatto facilmente accedendo alla sezione “Prenota” sul sito ufficiale della struttura. La durata prevista per la visita è di circa un’ora, offrendo ai visitatori un’esperienza immersiva e dettagliata all’interno di questo gioiello architettonico.

Il costo del biglietto di ingresso è fissato a 10 €. Per quanto riguarda le riduzioni sul prezzo del biglietto, ulteriori dettagli sono disponibili consultando la pagina FAQ sul sito, dove è possibile trovare informazioni su eventuali sconti per studenti, anziani, gruppi o altre categorie speciali.

È importante notare che, per garantire la migliore esperienza possibile a tutti i visitatori e preservare l’integrità della struttura, non è consentito accedere a Rocchetta Mattei con cani o passeggini. Questa regolamentazione contribuisce a mantenere un ambiente sicuro e piacevole per tutti.

Come arrivare da Bologna a Rocchetta Mattei

L’opzione più comoda per raggiungere Rocchetta Mattei da Bologna è sicuramente l’automobile, che permette di godere appieno del paesaggio e di gestire il proprio tempo con flessibilità. Dall’autostrada A1, prendi l’uscita per Sasso Marconi, quindi prosegui sulla SS64 Porrettana in direzione di Porretta Terme. Segui le indicazioni per Grizzana Morandi e, una volta superato il centro abitato, troverai le indicazioni specifiche per Rocchetta Mattei. Il viaggio dura circa un’ora, a seconda del traffico e delle condizioni stradali.

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.