Top

Un castello, mulini storici e vicoli mozzafiato: ecco uno dei borghi più belli d’Italia

Immerso nelle verdi vallate dell’Abruzzo, Pettorano sul Gizio è un borgo che custodisce un patrimonio storico e culturale sorprendente, testimoniando un passato ricco e una natura incontaminata. Questo piccolo gioiello vi regalerà un’esperienza rilassante non solo con un paesaggio incontaminato dove la natura regna sovrana, ma anche con i suoi famosissimi mulini ancora oggi visitabili per riscoprire un tempo passato.

Dove si trova il borgo di Pettorano sul Gizio

Pettorano sul Gizio è ubicato in Abruzzo e, più precisamente, a sud-est dell’Aquila. Il borgo si trova vicino al Parco Nazionale della Majella, un’area che offre paesaggi mozzafiato e un’atmosfera di tranquillità.

Storia e curiosità del borgo

Pettorano sul Gizio ha origini antiche, con tracce che risalgono all’epoca romana. Il borgo è cresciuto nel corso dei secoli, diventando un importante centro in epoca medievale. Una curiosità affascinante di Pettorano è la presenza di antichi mulini, testimoni di un’epoca in cui il borgo era un centro vitale per la produzione di farina.

Cosa visitare a Pettorano sul Gizio

  • Il Castello Cantelmo
    Una fortezza medievale che domina il borgo.
  • Il Centro Storico
    Con le sue strade lastricate e i palazzi storici, dove si respira l’atmosfera del passato.
  • La Chiesa di San Pietro e Paolo
    Un edificio sacro ricco di opere d’arte e storia.
  • I Percorsi Naturalistici
    Sentieri che si snodano attorno al borgo, perfetti per escursioni e passeggiate.

Il castello di Cantelmo

Sebbene le origini esatte del castello siano avvolte nella nebbia del tempo, la sua presenza maestosa è testimone di un passato ricco e complesso.

Origini Medievali

Secondo alcuni studi il Castello Cantelmo pare abbia avuto origine attorno all’XI secolo. Inizialmente, il suo nucleo centrale era un torrione di avvistamento, parte di un più ampio sistema difensivo che comprendeva i castelli di Popoli, Pacentro, Raiano, Vittorito, Prezza e Anversa. Questi bastioni medievali erano i baluardi di protezione contro le invasioni e i conflitti che imperversavano nella regione.

L’Era dei Normanni

Con l’avvento dei Normanni, alla fine del XII secolo, il castello entrò in una nuova era. Era allora feudo di Oddo, figlio di Oddone di Pettorano: durante questo periodo, il castello non era solo una struttura difensiva, ma anche un simbolo di potere e autorità.

Il Dominio dei Cantelmo

La storia del castello prese una svolta significativa dopo la battaglia di Benevento nel 1310, quando Carlo I d’Angiò assegnò il feudo alla famiglia Cantelmo. Per quasi quattro secoli, i Cantelmo furono i custodi di questa fortezza, testimoni di eventi storici che hanno plasmato il destino della regione.

I Mulini di Pettorano sul Gizio

I mulini di Pettorano sul Gizio sono una parte fondamentale della storia e della cultura del borgo. Un tempo, questi mulini sfruttavano la forza del fiume Gizio per macinare il grano. Alcuni di questi mulini sono stati restaurati e possono essere visitati, offrendo uno sguardo affascinante su come si svolgeva la vita quotidiana e il lavoro in passato: un modo per conoscere più a fondo una realtà ricca di tradizioni e cultura che, con il trascorrere del tempo, rischiano di essere perduti per sempre.

Cosa vedere nei dintorni di Pettorano sul Gizio

  • Il Parco Nazionale della Majella
    Per gli amanti della natura, con percorsi escursionistici e paesaggi naturali.
  • Sulmona
    Una città ricca di storia, famosa per i suoi confetti e le sue architetture.
  • Roccaraso
    Una rinomata località sciistica, ideale per gli sport invernali.

Arrivare a Pettorano sul Gizio da L’Aquila in auto

Per raggiungere Pettorano sul Gizio dall’Aquila in macchina ecco quale utile indicazione:

  • Partenza dall’Aquila
    Iniziate il viaggio dall’Aquila, dirigendovi verso sud sulla SS17.
  • Percorso
    Continuate sulla SS17 in direzione di Sulmona/Pescara.
  • Arrivo a Pettorano sul Gizio
    Dopo circa 50 km, seguite le indicazioni per Pettorano sul Gizio.

La distanza tra L’Aquila e Pettorano sul Gizio è di circa 50 km, e il tempo richiesto per percorre questo tragitto è di circa 40-50 minuti (salvo contrattempi o ritardi dovuto al traffico o alle condizioni meteo ovviamente)

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.