Top

Un castello neogotico vicino a Torino: da residenza aristocratica a parco paesaggistico

Questo articolo vi guiderà attraverso la storia affascinante del castello di Miradolo, dalle sue origini come dimora nobiliare fino alla sua trasformazione in un magnifico parco e luogo di cultura, grazie agli sforzi di restauro che hanno rinnovato la sua antica grandezza.
Scoprite come il castello è passato da residenza aristocratica a simbolo di rinascita culturale, diventando oggi un centro di attrazione per visitatori da tutto il mondo. 

Storia del castello

Il Castello di Miradolo, un gioiello dell’architettura neogotica, ha una storia ricca di evoluzioni e restauri. Reso celebre da Maria Elisabetta Ferrero della Marmora nel tardo diciottesimo secolo, il castello fu completato con l’aggiunta di una serra neogotica e una torre rotonda. Sotto la sua guida, il giardino all’italiana fu trasformato in un parco paesaggistico.

Nel 1866, con il matrimonio tra Luigi Cacherano di Bricherasio e Teresa Massel, il castello ricevette ulteriori ornamenti neogotici e gli stemmi familiari sulla facciata. Dopo la morte dei loro due figli, il castello passò a una congregazione religiosa e successivamente fu abbandonato, fino al suo acquisto nel 2007 da privati che lo affidarono alla Fondazione Cosso.

Riaperto nel 2008 dopo un accurato restauro, il Castello di Miradolo oggi offre agli visitatori splendidi saloni con soffitti affrescati e arredi d’epoca, testimoniando la ricchezza culturale dell’epoca.

Cosa vedere all’interno del Castello di Miradolo

Il Castello di Miradolo ospita spesso mostre d’arte, eventi culturali e concerti, rendendolo un centro vivace per la cultura nella regione. All’interno del castello, i visitatori possono ammirare le eleganti sale arredate che conservano il fascino storico dell’edificio, nonché una collezione permanente di arte che comprende opere dal Medioevo al XX secolo. Le sale espositive ospitano periodicamente collezioni temporanee e mostre dedicate a vari temi artistici e storici.

Cosa vedere vicino al Castello di Miradolo

Nei dintorni del Castello di Miradolo, ci sono diverse attrazioni che meritano una visita:

  1. Abbazia di Staffarda: Un’antica abbazia cistercense risalente al XII secolo, famosa per la sua architettura imponente e i suoi suggestivi chiostri.
  2. Pinerolo: Una città ricca di storia con il suo Museo di Arte Preistorica e il Duomo di San Donato.
  3. Castello di Osasco: Un altro esemplare di architettura medievale, situato in una posizione pittoresca.

Mappa del Castello di Miradolo

Come arrivare al Castello di Miradolo da Torino in auto

Per raggiungere il Castello di Miradolo in auto da Torino:

  1. Parti da Torino seguendo la tangenziale sud in direzione Pinerolo.
  2. Prosegui sulla A55 verso Pinerolo.
  3. Prendi l’uscita Pinerolo e segui le indicazioni per San Secondo di Pinerolo.
  4. Segui la segnaletica locale per il Castello di Miradolo.

Il viaggio in auto dovrebbe durare circa 40-50 minuti

"Viaggiare è la nostra passione, incontrare nuova gente" ecco, noi siamo questi: per noi viaggiare significa crescere, apprendere, conoscere e sopratutto far capire ai nostri bambini che il mondo è un posto meraviglioso capace di sorprendere con le sue diversità e i suoi mille colori da scoprire e capire. Siamo una famiglia come tante che crede che il viaggio possa essere uno strumento per condividere pensieri ed emozioni.