Il Castello di Santa Severa è un complesso architettonico di grande rilevanza storica e culturale situato sulla costa tirrenica del Lazio, a circa 50 chilometri a nord di Roma. Costruito in una posizione strategica, domina il tratto di mare tra Civitavecchia e Roma, offrendo una vista panoramica mozzafiato sul Mar Tirreno.

Storia del Castello di Santa Severa

Origini Antiche

Le origini del castello risalgono all’epoca etrusca e romana. Inizialmente, il sito ospitava un insediamento etrusco, noto come Pyrgi, che era un importante porto marittimo e centro religioso. I resti del tempio dedicato alla dea etrusca Uni e alla fenicia Astarte sono tra i reperti archeologici più significativi della zona.

Periodo Medievale

Nel Medioevo, il castello divenne un avamposto fortificato. La prima struttura fu edificata nel VII secolo d.C., con lo scopo di difendere la costa dagli attacchi dei pirati saraceni. Nel IX secolo, fu ampliato e fortificato ulteriormente dai Franchi.

Dominio dei Templari e Ospedalieri

Nel XIII secolo, il castello passò sotto il controllo dei Cavalieri Templari e, dopo la loro soppressione, fu affidato ai Cavalieri Ospitalieri di San Giovanni di Gerusalemme. Questa fase della sua storia è caratterizzata da importanti lavori di ampliamento e fortificazione.

Rinascimento e Epoca Moderna

Durante il Rinascimento, il castello subì ulteriori trasformazioni, diventando una residenza nobiliare. Passò attraverso vari proprietari, inclusi i nobili della famiglia Orsini. Nel corso del XVII secolo, divenne proprietà della famiglia dei principi di Santa Croce, che apportarono modifiche significative all’architettura e agli interni.

Struttura del Castello

Il complesso del castello comprende la torre principale, un cortile interno, diverse ali residenziali e una chiesa dedicata a Santa Severa. La torre cilindrica è il punto più alto della struttura e offre una vista spettacolare sull’intero litorale. Gli interni del castello sono adornati con affreschi, decorazioni rinascimentali e arredi d’epoca.

La Festa Medievale

Ogni anno, il Castello di Santa Severa ospita una suggestiva festa medievale che attira visitatori da tutta Italia e dall’estero. Questo evento, solitamente organizzato durante i mesi estivi, è un’immersione totale nell’epoca medievale, con rievocazioni storiche, spettacoli teatrali, tornei cavallereschi e mercati artigianali.

Attività e Spettacoli

  • Rievocazioni Storiche: gruppi di figuranti in costumi d’epoca ricreano scene di vita quotidiana, battaglie e cerimonie storiche, offrendo uno spaccato realistico della vita nel Medioevo.
  • Tornei Cavallereschi: cavalieri armati si sfidano in spettacolari tornei di giostra e duelli, mostrando abilità equestri e marziali.
  • Mercati Artigianali: bancarelle e botteghe vendono prodotti artigianali, come gioielli, armi forgiate a mano, abiti medievali e prelibatezze gastronomiche, ricreando l’atmosfera di un mercato medievale.
  • Spettacoli di Musica e Teatro: musici, giullari e attori intrattengono il pubblico con spettacoli di musica antica, danze e rappresentazioni teatrali ispirate alle leggende medievali.

Per maggiori informazioni ecco il sito ufficiale

Cosa fare con i bambini al Castello di Santa Severa

Laboratori Didattici

Durante tutto l’anno, il castello organizza vari laboratori didattici pensati per i bambini, dove possono imparare divertendosi. Tra i laboratori più popolari ci sono:

  • Laboratori di Arti e Mestieri Medievali: I bambini possono imparare antichi mestieri come la lavorazione del cuoio, la creazione di gioielli medievali e la tessitura.
  • Laboratori di Archeologia: I piccoli partecipanti possono sperimentare scavi simulati, imparando a riconoscere e catalogare reperti storici.
  • Laboratori di Calligrafia Medievale: Un’opportunità per apprendere l’arte della scrittura antica con piume e inchiostri, proprio come nel Medioevo.

Spettacoli e Animazioni

Il castello offre una varietà di spettacoli e animazioni che catturano l’immaginazione dei bambini:

  • Spettacoli di Burattini e Marionette: Rappresentazioni teatrali con marionette che narrano storie e leggende medievali.
  • Dimostrazioni di Falconeria: Esibizioni di rapaci addestrati che volano sopra il castello, accompagnate da spiegazioni sul ruolo della falconeria nel Medioevo.
  • Giullari e Menestrelli: Artisti di strada che intrattengono i visitatori con musica, giochi e scherzi, proprio come avveniva nei mercati medievali.

Esperienze Interattive

La festa offre anche laboratori didattici e interattivi, dove i visitatori possono imparare antichi mestieri, come la lavorazione del ferro, la tessitura e la calligrafia. Sono disponibili visite guidate al castello, durante le quali guide esperte raccontano storie e aneddoti sulla vita nel Medioevo e sulla storia del castello.