Top

Una perla medievale nel cuore del Molise terra di conquista dei Normanni

Avvolto da sette torri, il bellissimo borgo di Fornelli sorge nel cuore del Molise, e anche se conta appena un migliaio di abitanti questo piccolo borgo contiene molte meraviglie da scoprire. Vediamo insieme cosa ammirare e cosa scoprire in questo piccolo borgo molisano!

Storia di Fornelli

Il borgo di Fornelli, originariamente noto come Bantra nel X secolo, ha visto il suo nome cambiare nel corso dei secoli a causa della presenza di fornaci per mattoni o forni per la lavorazione dei metalli. Menzionato per la prima volta nel 981 nel Chronicon Vulturnense, il borgo si sviluppò significativamente sotto l’impulso dei monaci di San Vincenzo al Volturno, che promossero il ripopolamento dell’area dopo i saccheggi degli Arabi.

Sviluppo e cambiamenti

Nel XII secolo, i Normanni sostituirono i Benedettini, espandendo le fortificazioni e costruendo un mastio a pianta quadrata. Nel 1438, Francesco Pandone prese possesso del borgo, che nel XVI secolo passò al Demanio e successivamente a diverse famiglie nobiliari. Nel 1667, Andrea Carmignano acquistò il feudo, costruendo il palazzo marchesale sulle antiche mura.

Carlo III di Borbone visitò Fornelli

Nel 1744, Carlo III di Borbone visitò Fornelli, soggiornando nel palazzo che oggi porta il suo nome. Successivamente, nel 1832, i Laurelli acquisirono il palazzo, modificandolo ulteriormente. Durante la Seconda Guerra Mondiale, il palazzo fu gravemente danneggiato da un incendio causato dai soldati tedeschi.
Nel 1993, il palazzo fu sottoposto a vincolo dalla Soprintendenza per i Beni Artistici e Storici del Molise, garantendo la conservazione del suo valore storico.

Cosa vedere a Fornelli

  • La cinta muraria: il borgo è avvolta da una cinta muraria antichissima, che risale a prima dell’anno mille e che si è conservata benissimo fino a noi.
  • Chiesa madre: dedicata a San Michele Arcangelo, questa bellissima chiesa è posta nella parte più alta del paese e potrebbe risalire all’epoca delle invasioni longobarde. Fu consacrata nel 1746.
  • Fontana dell’Estate: situata nella piazza principale del borgo, è una copia della fontana che Mathurin Moreau presentò all’Esposizione Universale di Parigi del 1855.

(foto via Tripadvisor)

Cosa visitare nei dintorni di Fornelli

  • Basilica Minore dell’Addolorata: la basilica risale alla fine dell’Ottocento, quando vi sarebbe stata l’apparizione della Madonna.
  • Abbazia di Montecassino: a circa un’ora dal borgo sorge la famosa abbazia, il secondo monastero più antico d’Italia dopo quello di Santa Severa.

Mappa di Fornelli

Come arrivare a Fornelli da Isernia

Per raggiungere il borgo di Fornelli partendo da Isernia ci vogliono circa 20 minuti in auto percorrendo la SR627. Con i trasporti pubblici invece impiegherete circa 45 minuti.

Curiosità su Fornelli

(foto via Tripadvisor)

Questa zona è molto famosa per la produzione di un olio extravergine di oliva di alta qualità, e una grande cooperativa si occupa della promozione di questo prodotto italiano di eccellenza. Potete degustarlo in uno dei tanti frantoi della zona.
(foto di copertina via Tripadvisor)

Giovanna Caletti Con un'anima inquieta e una passione innata per l'avventura, Giovanna Caletti è un'autentica esperta di viaggi e un'affermata autrice, i cui consigli hanno ispirato innumerevoli famiglie a esplorare il mondo insieme. Giovanna si è dedicata a condividere itinerari unici e destinazioni affascinanti attraverso i suoi articoli per PiccoliEsploratori.com. Le sue parole trasmettono un senso di meraviglia e scoperta che cattura l'immaginazione dei lettori di tutte le età. Attraverso le sue avventure, Giovanna incarna l'idea che i viaggi non sono solo spostamenti fisici, ma esperienze che arricchiscono la mente e il cuore.